L’effetto entourage della cannabis, pura magia

Tempo di lettura 6 minuti

 

Immagine di cannabinoidi e terpeni che lavorano come una squadra *
Immagine di cannabinoidi e terpeni che lavorano come una squadra *

 

Prima si pensava che arrivasse la potenza della marijuana da marcato dal suo contenuto di THC, ed è in parte vero, ma ora sappiamo che una varietà con una minore concentrazione di THC può essere più potente di una con una maggiore quantità, purché abbia un profilo terpenico più interessante.

Recentemente è stato scoperto che tutti i composti della cannabis sono coinvolti nel tipo di effetto o nella sua potenza, e questo spiega alcuni dubbi che avevamo tutti sul chemiotipo della marijuana, oltre ad aprire la porta a nuove ricerche molto promettenti. Hai sentito parlare dell’effetto entourage? Ebbene, vi invito a leggere il seguente articolo, dove cerchiamo di spiegare in cosa consiste e quali sono i suoi benefici.

 

 

⭐ Cos’è l’effetto entourage?

 
Unisciti alla famiglia della cannabis Pevgrow nel nostro: E non lasciate che vi chiedano cosa fare con la vostra crescita. Chiedi alla comunità Pevgrow 👍!

 

La definizione di effetto entourage arriva ad essere qualcosa come il vantaggio di lavorare in gruppo rispetto al farlo da soli, o come si dice “l’unione fa la forza”, ecco perché viene chiamato effetto entourage. Quindi cosa significa l’effetto entourage nella cannabis? L’entourage è il gruppo di persone che accompagnano un altro in qualche atto o evento, e l’effetto entourage si riferisce alla sinergia che i diversi composti della cannabis creano quando agiscono insieme.

Il termine “Effetto Entourage” è stato introdotto nel 1998 dai medici israeliani Shimon Ben-Shabat e dal grande Raphael Mechoulam, lo scopritore del THC. All’inizio, non è stato preso in considerazione a causa della sua novità, ma in seguito hanno visto il potenziale di combinare tutte le parti della cannabis per migliorarne l’efficacia.

Hai notato che quando mangi mango e consumi marijuana sembra che ti faccia sballare? Ciò accade perché questo frutto contiene una grande quantità di mircene, un terpene che aiuta a superare la barriera emato-encefalica e consente un maggiore assorbimento dei cannabinoidi, cioè l’effetto entourage ha agito in modo che si noti di più l’effetto della cannabis.

 

 

 

⛳ Effetto entourage è reale?

 

Del tutto reale, è più che dimostrato che i cannabinoidi aumentano la loro efficacia quando vengono consumati insieme e  di più quando agiscono insieme a terpeni, terpenoidi, flavonoidi e persino lipidi e altri componenti della marijuana.

La miscela dei diversi composti che contiene la cannabis rende ciascuno di essi migliore rispetto a quando assunto da solo o separatamente, cosa che si era già intuita, ma che è stata dimostrata grazie a studi e ricerche effettuate negli ultimi anni.

Nel 2019 è stato pubblicato uno studio sulla rivista cannabis and cannabinoids research che mette in discussione l’effetto entourage di terpeni e cannabinoidi, ma è stato fatto solo con terpeni isolati, quindi non può essere considerato un indagine sull’effetto entourage in sé, è piuttosto un’indagine sull’effetto di alcuni terpeni sui recettori CB1 e CB2.

 

 

✨ Effetto entourage tra THC e CBD

 

Il cannabidiolo riduce alcuni degli effetti psicoattivi del THC, specialmente quelli negativi, quelli che hanno a che fare con panico, paranoia, ansia o mancanza di controllo mentale. Questo potrebbe farci pensare che il CBD annulli parte della potenza del THC, ma in realtà non lo è, perché può potenziarne le proprietà analgesiche, rilassanti, antinfiammatorie, antisettiche e altre.

In uno studio condotto nel 2010 con pazienti affetti da dolore oncologico, è stato riscontrato che la combinazione di THC con CBD era molto più efficace della somministrazione separata di entrambi i cannabinoidi. I pazienti che hanno assunto insieme THC e CBD hanno riscontrato un maggiore sollievo dal dolore rispetto a quando hanno ricevuto ciascuno di questi componenti da solo.

Il terpene alfa-pinene ha la particolarità di contrastare la perdita di memoria a breve termine associata all’uso di marijuana, che in realtà è causata dagli effetti psicotropi del THC.

 

 

👌 Effetto entourage dei terpeni

 

Terpeni sono molecole che intervengono nell’aroma e nel sapore delle varietà di marijuana. Esistono molti tipi diversi di terpeni e terpenoidi, alcuni ricordano il limone, altri il pino, altri la lavanda, ecc. La combinazione delle diverse concentrazioni di terpeni è ciò che determina l’odore o il gusto di una gemma, ma oltre a ciò, hanno anche le loro proprietà medicinali uniche.

Una ricerca condotta da BMC Complementary and Alternative Medicine nel 2013 ha scoperto che il limone ha proprietà ansiolitiche e antidepressive.Anche altri terpeni e flavonoidi nella cannabis ci forniscono benefici, quindi vengono utilizzati nelle sessioni di aromaterapia.

Ma il meglio dei terpeni è quando vengono combinati con altri terpeni, terpenoidi, flavonoidi e soprattutto con i cannabinoidi. Alcuni terpeni hanno la capacità di aumentare la permeabilità della barriera emato-encefalica e migliorare il modo in cui il THC si lega ai recettori CB1. Ciò significa che ci sono terpeni che aiutano il THC a penetrare meglio nel nostro sistema endocannabinoide, quindi il suo effetto può essere maggiore e lo notiamo prima che se prendessimo solo THC.

 

 

🚀 Effetto entourage di CBD e canapa

 

Alcuni anni, la popolarità del cannabidiolo ha continuato ad aumentare, e con essa la passata in secondo piano coltivazione della canapa industriale, che era fino all’emergere di questo miracoloso cannabinoide. In questo periodo sono apparsi molti diversi formati di CBD medicinale, in olio, creme, ricariche per vaporizzatori o isolati, tra gli altri.

Tutte queste forme di somministrazione di cannabidiolo hanno mostrato benefici nelle persone o negli animali che li consumano, ma è stato dimostrato che il CBD puro o isolato non è efficace come quando viene consumato in combinazione con altri composti di marijuana, ecco perché il il formato più consigliato è ancora il “Full Spectrum”.

Le persone che usano l’isolato di CBD devono assumere 3 volte di più rispetto a coloro che consumano oli a spettro completo, per sentire gli stessi effetti. La sinergia creata dalle proprietà di ciascuno degli ingredienti contenuti nell’olio a spettro completo, fa sì che gli effetti del cannabidiolo si facciano sentire prima, più fortemente e più a lungo, rendendo più efficace la stessa quantità di CBD.

 

 

✅ L’effetto entourage della cannabis potrebbe essere un ottimo alleato per curare l’ansia

 

C’è un articolo molto interessante intitolato “L’effetto entourage: terpeni insieme ai cannabinoidi per il trattamento dei disturbi dell’umore e dei disturbi d’ansia” scritto da Sari Goldstein Ferber, Dvora Namdar, Danielle Hen -Shoval, Gilad Eger, Hinanit Koltai, Gal Shoval, Liat Shiro e Aron Weller, dove parlano dei vantaggi dell’effetto entourage per trattare i disturbi d’ansia tra gli altri.

Allo stato attuale, i disturbi dell’umore sono responsabili della bassa qualità della vita di molte persone, che fino ad ora erano trattate con oppioidi o altri farmaci che hanno molti effetti collaterali negativi per il nostro organismo. In questo momento sono in corso diversi studi con diverse proporzioni di cannabinoidi e terpeni che fanno ben sperare, speriamo che a breve ci siano novità in merito.

Effetto Entourage della cannabis e della sua magia*.
Effetto Entourage della cannabis e della sua magia*.

 

 

🔥 Ethan Russo e i suoi studi sull’effetto entourage

 

Il Dr. Ethan Russo è una delle persone che ha studiato più a fondo l’effetto entourage della marijuana, e in un’intervista per il portale cannabimd.com ha rivelato alcuni dei dubbi che circondano questo curioso fenomeno terapeutico.

Quando I primi studi che parlavano furono pubblicati dell’effetto entourage dell’erba, le loro conclusioni attirarono molto Ethan Russo come ricercatore, che in qualche modo già immaginava che questo fenomeno si verificasse. Da quel momento in poi, ha trascorso molto tempo cercando di stabilire alcune di quelle relazioni.

Questo medico sottolinea i vantaggi del consumo di estratti a spettro completo, che oltre ad essere più efficaci grazie all’effetto entourage, sembra che siano anche più sicuri nella somministrazione della dose, perché quando vengono applicati cannabinoidi puri è più difficile trovarne uno preciso dosaggio. Puoi anche risparmiare molto prodotto se applicato in questo modo, poiché con solo il 22% della quantità di olio a spettro completo si ottengono gli stessi benefici del consumo di isolati e la cosa migliore è che si ottengono meno effetti collaterali. 

 

File image del Dr. Ethan Russo *
File image del Dr. Ethan Russo *

 

 

🎯 L’industria farmaceutica e il suo interesse per i sintetici

 

In passato, molti estratti naturali di piante venivano consumati per trattare tutti i tipi di disturbi, disturbi e malattie. Molti sono stati preparati in casa e passati di generazione in generazione, e altri sono stati acquistati in farmacie e drogherie.

Ma l’industria farmaceutica non è diventata il supergigante che è oggi grazie alla vendita di estratti naturali, lo ha fatto sintetizzando e brevettando molti dei composti che vengono estratti dalle piante e, per inciso, vietando la coltivazione di molte di queste piante. vero?

Bene, ora sembra che siano interessati a indagare di più sulle proprietà dei cannabinoidi separatamente, piuttosto che studiare i benefici di prenderli insieme, perché in questo modo puoi ottenere un maggiore ritorno economico. Quindi è possibile che in futuro vedremo più farmaci a base di cannabinoidi sintetici che oli a spettro completo, che si sono dimostrati migliori grazie alla sinergia causata dall’effetto entourage.

 

 

🧐 Conclusione

 

Oggi abbiamo imparato cosa significa l’effetto entourage e come può aiutarci nel trattamento di molte malattie, purché la lobby farmaceutica lo consenta chiaramente. Se hai letto fino a qui e ti è piaciuto, facci il favore di condividere l’articolo in modo che raggiunga più persone, perché più l’informazione è diffusa, meglio è.

Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
See more posts

Lascia un commento