In cosa consiste il processo di fotosintesi vegetale e quali sono le sue fasi?

Tempo di lettura 5 minuti
Cosa consiste il processo di fotosintesi vegetale e quali sono le sue fasi?
Cosa consiste il processo di fotosintesi vegetale e quali sono le sue fasi

 

A cosa serve la fotosintesi? Dove avviene questa reazione delle piante e qual è il suo processo? Sicuramente più di una volta ti sei posto quelle domande e ancora oggi non ti è del tutto chiaro. Niente paura, in questo articolo proveremo a dare delle risposte a tutto questo, spiegato in modo facile da capire anche se non hai studiato chimica.

 

 

⚠️ Definizione e significato di fotosintesi

 

La parola fotosintesi deriva dal greco ed è composta da 2 termini, “foto” che significa luce e sintesi che significa composizione, o la somma degli elementi che compongono un tutto, quindi il suo significato verrebbe a essere qualcosa come la composizione che si ottiene grazie alla luce.

 

 

👾 Cos’è la fotosintesi?

 

Si potrebbe riassumere che la fotosintesi è il processo metabolico mediante il quale le piante riescono a sintetizzare il cibo attraverso l’uso della luce. Durante questa reazione la materia inorganica viene trasformata in materia organica grazie alla luce e l’ossigeno viene rilasciato come sottoprodotto.

In questo modo, piante e altri organismi si nutrono in modo autonomo, in un meccanismo noto come nutrizione autotrofa, e il processo può essere suddiviso principalmente in 2 parti, la fase chiara e la fase oscura o notturna della fotosintesi.

 

 

🧐 Fasi della fotosintesi

 

Le reazioni che avvengono durante la fotosintesi sono diverse a seconda che le piante siano esposte alla luce o che ne siano prive. Va detto che le piante di marijuana autofiorenti non funzionano allo stesso modo di quelle foto dipendenti a questo proposito

 

Fase leggera della fotosintesi

Durante il ciclo diurno, o fase leggera della fotosintesi, la luce raggiunge i cloroplasti che si trovano nelle foglie delle piante, dove clorofille e carotenoidi sono responsabili della trasformazione in energia chimica grazie alla dissociazione delle molecole d’acqua. 

In questo modo, da un lato rimane l’ossigeno, che viene rilasciato nell’atmosfera, e dall’altro l’idrogeno, che finirà per trasformarsi in un’altra molecola nota come ATP (Adenosina Trifosfato), che è l’energia che si accumula e viene successivamente utilizzata dalla pianta durante la fase notturna.

 

Fase oscura della fotosintesi

La fase oscura della fotosintesi è così chiamata perché non richiede luce per svolgere le sue funzioni, ma non deve essere necessariamente di notte . Durante questa fase la pianta consuma la CO2 e l’energia accumulata sotto forma di ATP durante la fase leggera della fotosintesi.

Questo processo è fondamentale per la formazione degli zuccheri, poiché una parte della CO2 viene convertita in carboidrati, producendo anche glucosio, saccarosio e amido. Questo ciclo è anche noto come la seconda fase della fotosintesi.

 

 

🎯 A cosa serve la fotosintesi?

 

L’importanza della fotosintesi è fondamentale per la vita del pianeta, in primo luogo aiuta le piante a nutrirsi, poiché grazie a questo processo possono convertire la materia inorganica in cibo. Dal punto di vista umano la fotosintesi serve a ripulire l’atmosfera dall’anidride carbonica, e soprattutto a fornire l’ossigeno di cui abbiamo bisogno per respirare.

Si potrebbe dire che grazie alla fotosintesi ossigenata svolta da piante, alghe e altri organismi, l’equilibrio di gas viene mantenuto e cibo sul pianeta, motivo per cui è uno degli atti più importanti compiuti in natura.

 

 

🔥 Spiegazione della formula della fotosintesi

 

6 CO2 + 6H2O > C6H12O6 + 6 O2

 

Questa è la formula per la fotosintesi, così semplice e complessa allo stesso tempo, ma per le persone che non hanno una base chimica può essere difficile da capire, quindi puoi vedere il seguente spiegazione per comprendere meglio la reazione:

 

formula per la fotosintesi
formula per la fotosintesi

 

 

Grazie alla luce assorbita dalla clorofilla e altri componenti delle foglie di piante e altri organismi, anidride carbonica e acqua vengono convertiti in glucosio che funge da cibo e l’ossigeno viene rilasciato nell’atmosfera.

 

 

✅ Dove si svolge la fotosintesi?

 

Questa reazione si verifica nei cloroplasti, che sono strutture polimorfiche verdi che si trovano nelle foglie delle piante. La fase leggera della fotosintesi avviene nella membrana tilacoide e la fase oscura nello stroma, entrambe le aree si trovano all’interno dei cloroplasti.

 

 

🚀 Fotosintesi e respirazione cellulare, confronto

 

Non è la stessa cosa, anche se si potrebbe dire che la respirazione cellulare fa parte di una delle fasi della fotosintesi. La fotosintesi sfrutta la luce per trasformare l’anidride carbonica e l’acqua in carboidrati come gli zuccheri, rilasciando ossigeno in modo secondario.

La respirazione cellulare si riferisce al processo in cui l’ossigeno e quei carboidrati prodotti vengono trasformati in energia sotto forma di ATP (Adenosina trifosfato). In questa fase l’energia ATP viene utilizzata per creare reazioni metaboliche, mentre l’anidride carbonica lascia la cellula e viene successivamente eliminata.

 

 

📖 Esistono più tipi di fotosintesi?

 

In natura ci sono molte specie diverse che eseguono questo processo in un modo o nell’altro, piante, alghe, batteri e persino animali che fotosintetizzano. Ovviamente non tutti gli organismi funzionano allo stesso modo, ma questa reazione chimica può essere suddivisa in 2 tipi, ossigenata e anossigenica.

 

Fotosintesi ossigenica

È la più comune, quella svolta dalle piante di marijuana, ma anche da altre piante, alghe e persino cianobatteri. Come suggerisce il nome, si riferisce a quello che rilascia ossigeno come sottoprodotto della reazione chimica che si verifica dopo aver lavorato anidride carbonica e acqua per sfruttare gli zuccheri.

 

Fotosintesi anossigenica

Questo è meno comune, poiché è effettuato da un solo tipo di batteri, e la cosa più curiosa è che la sua reazione rilascia zolfo invece di ossigeno, motivo per cui è anossigenica. Invece dell’acqua, questi batteri elaborano l’idrogeno solforato o altre molecole inorganiche come donatori di elettroni.

 

Infografica dove puoi vedere le azioni che la pianta compie durante le fasi di luce e oscurità della fotosintesi *
Infografica dove puoi vedere le azioni che la pianta compie durante le fasi di luce e oscurità della fotosintesi *

 

 

✨ Di quali elementi ha bisogno la pianta per effettuare la fotosintesi?

 

Diversi elementi essenziali sono coinvolti in questo processo: luce, acqua, anidride carbonica e clorofille. Il fabbisogno di questi elementi è proporzionale e per assimilare una maggiore quantità di CO2 è necessario che ci sia più luce e acqua. La temperatura è un altro fattore nel processo di fotosintesi, per eguagliare la salute delle piante.

 

In che modo la concentrazione di CO2 influisce sulla fotosintesi?

Normalmente, maggiore è la concentrazione di CO2 nell’aria, maggiore è la capacità di effettuare la fotosintesi, ma come ho detto prima che deve essere accompagnata da una maggiore esposizione alla luce e più acqua, perché altrimenti l’anidride carbonica in eccesso non verrebbe utilizzata. carbonio.

Nell’ambiente di solito c’è una concentrazione tra 300 e 400 PPM (parti per milione) di CO2, ma le piante di cannabis possono assimilare perfettamente fino a 1500 PPM o più. Quando aumentate a quella concentrazione, le piante possono anche assorbire molta più luce e cibo, con conseguente maggiore produzione.

 

 

⛳ Curiosità della fotosintesi

 

Questo processo magico non è iniziato nelle piante se non molto prima, poiché si pensa che provenga dal periodo Precambriano, cioè più di 3.800 milioni di anni fa, quando piante e animali non esistevano ancora su questo pianeta.

La capacità di sintetizzare il cibo grazie all’energia della luce solare è iniziata con un gruppo di batteri noti come cianobatteri. Molti anni dopo questi organismi iniziarono a vivere in simbiosi con le piante primarie, come il muschio o le felci, ea poco a poco nuove specie di piante cominciarono ad emergere.

Questa evoluzione non si è ancora fermata e oggi si stanno ancora scoprendo nuove forme di simbiosi tra questi cianobatteri e molti tipi di piante, animali e persino funghi.

 

 

⭐ Conclusione

 

La fotosintesi è uno dei processi più importanti sulla terra e sicuramente la chiave per lo sviluppo della vita su questo pianeta dall’acqua. Ora che sai come viene prodotto e l’importanza che ha, ricordati di mantenere le tue piante verdi, poiché la clorofilla è responsabile di questa pigmentazione, ed essenziale per poter svolgere correttamente questo processo.

 

[Voti: 0   Media: 0/5]
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
See more posts

Lascia un commento