Parti di una gemma di marijuana

Tempo di lettura 3 minuti
Immagine di una gemma che punta a varie parti
Immagine di una gemma che punta a varie parti

 

Ogni volta che sentiamo la parola Budci viene in mente un fiore di cannabis resinoso, compatto e aromatico. Abbiamo visto tutti i boccioli di marijuana di molti colori, forme e dimensioni diversi, ma possiamo riconoscere le diverse parti che compongono un bocciolo? Sicuramente non molte persone, e questo articolo arriva a chiarire tutti quei dubbi, quindi andiamo lì …

 

 

Qual è il significato della parola gemma?

 

I germogli di molti tipi di piante sono noti come gemme, ad esempio quelli della lattuga. Ma ciò che conta per noi è conoscere bene i boccioli di marijuana, che vengono anche chiamati così per via dei loro boccioli, ma in questo caso sono grappoli di fiori. Quando molti fiori si accumulano, si forma un bocciolo.

Le piante di cannabis sono dioiche, il che significa che possono essere sia femmine che maschi, sebbene anche possano essere ermafrodite o intersessuali. I più interessanti per i consumatori sono i boccioli di marijuana femminile.

 

 

Quali parti ha un bocciolo di Maria?

 

I boccioli femminili di marijuana sono costituiti da 5 parti differenti, con le loro differenti funzioni.

  1. Coda: è la punta di ogni ramo della pianta, dove si concentra un maggior numero di fiori. Normalmente la coda principale o apicale è quella che produce più fiori, non solo per le sue dimensioni, ma anche perché solitamente è quella che riceve più luce dell’intera pianta.
  2. Brattea: Chiamato anche calice, funge da ovaio in caso di fecondazione, da involucro per proteggere i semi. Quando non vengono impollinate, le piante di marijuana producono molte più brattee, per avere maggiori possibilità di essere fecondate.
  3. Stigmi: sono i peli che escono dall’interno delle brattee. Sono anche conosciuti come pistilli e la loro funzione è quella di catturare il polline e trasportarlo alle ovaie (brattee), attraverso il tubo pollinico. Quando compiono la loro missione appassiscono, ma anche quando non sono stati impollinati, il che ci aiuta a conoscere il loro grado di maturità.
  4. Foglie resinose: sono le piccole foglie che spuntano tra i fiori delle code. Solitamente sono ricoperte di resina, come le brattee, e sono molto apprezzate dagli amanti delle estrazioni di cannabis, soprattutto da quelli della tecnica Water hash.
  5. Tricomi: sono le ghiandole che contengono la più alta concentrazione di cannabinoidi, terpeni e flavonoidi dell’intera pianta di cannabis. Sono anche chiamate resina e la loro funzione principale sembra essere quella di proteggere i semi dagli agenti esterni.
Diverse parti di una gemma di marijuana
Diverse parti di una gemma di marijuana

 

 

Germogli di piante di marijuana maschile

 

I maschi producono gemme diverse rispetto alle femmine. Formano grappoli di fiori anche, ma questi sono staminati. I fiori maschili creano polline sulle antere degli stami, che sono come piccole sacche a grappolo. Quando maturano si aprono, dispiegando il polline che contengono, in modo che il vento e gli insetti lo portino alle femmine.

 

 

👌 Germoglio Indica e Sativa

 

Le parti che compongono le gemme delle varietà indica sono le stesse delle sativa. A prima vista possono sembrare molto diversi, ma le differenze principali risiedono nella struttura. Le indica crescono meno delle sativa, la distanza tra i loro nodi è molto più piccola e questo fa sì che le cime siano più dense e compatte.

Alcuni boccioli possono contenere fiori sia maschili che femminili, sarebbero piante intersessuali. Puoi anche vedere i boccioli di Maria che contengono entrambi i sessi negli stessi fiori, questi sono chiamati ermafroditi.

 

 

Germoglio viola o altri colori

 

Ci sono piante di cannabis che durante la fioritura acquisiscono colori sorprendenti, essendo in grado di avere boccioli rossi, viola, viola, blu, lilla e altre sfumature. Ciò è dovuto al freddo in molte occasioni, anche se può anche essere dovuto a problemi genetici.

 Le cime colorate sono le più apprezzate dai coltivatori, ma generalmente non presentano più differenze con l’altro colore.

Spero che d’ora in poi non avrai problemi a riconoscere le diverse parti che compongono una gemma di erba. Non è necessario conoscerlo per consumarlo e gustarlo, ma è sempre bene imparare qualcosa di nuovo, quindi se ti è piaciuto, ti ringraziamo se lo condividi.😜🤗

 

[Voti: 0   Media: 0/5]
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
See more posts

Lascia un commento