Da Howard Marks a Mr. Nice, la storia del più grande spacciatore di cannabis della storia

Tempo di lettura 9 minuti
Immagine di Howard Marks con il suo soprannome Mr.Nice scritto su uno sfondo di foglie di cannabis.
Immagine di Howard Marks con il suo soprannome Mr.Nice scritto su uno sfondo di foglie di cannabis.

 

C’è qualcuno in questo mondo che non ha sentito parlare di Mr. Nice? È strano perché è una delle persone che è stata coinvolta con la marijuana più a lungo in una forma o nell’altra, da quando era un giovane studente universitario fino alla fine dei suoi giorni.

Quello che molte persone non sanno è la sua storia, anche se buona parte di essa è stata catturata in una magnifica autobiografia che è stata poi trasformata in un film. In questo articolo riassumeremo i momenti salienti della sua vita, svelando alcuni segreti che fino ad ora non sono stati pubblicati. Sei interessato? Bene, continua a leggere…

 

 

🎯 Un giovane molto intelligente, coraggioso, carismatico con un futuro promettente

 

Howard Marks è nato a Kenfig Hill, una piccola città del Galles, nel Regno Unito, e sin da bambino ha già indicato i modi , perché aveva un talento e un’intelligenza molto superiori ai ragazzi della sua età. Questo lo portò ad essere la prima persona della sua città a ottenere una borsa di studio per studiare a Oxford, qualcosa che normalmente era riservato ai giovani di famiglie benestanti.

All’inizio si iscrisse a fisica, ma in seguito scoprì che la filosofia lo riempiva di più. Stava studiando questa carriera quando iniziò a consumare e vendere hashish, poiché era qualcosa di abbastanza comune in molti studenti di questo ramo di lettere.

 

 

🔥 I primi contatti, l’amore e la cannabis che

 

Mostrano Ilze Kadegis è stata la persona che ha scoperto l’amore di Howard, prima per lei e poi per la cannabis. Era il 1966 quando la signorina Kadegis diede al signor Marks un assaggio di marijuana, e più tardi lo presentò al trafficante di droga Graham Plinston, lo studente.

Plinson è stato arrestato quando ha cercato di portare un’auto carica di hashish dalla Germania, Howard non ci ha pensato due volte ed è andato a portare lui stesso il carico, qualcosa che qualcun altro sarebbe andato nel panico, ma sembra che gli sia piaciuto, visto che ha venduto tutto a Saleem Malik, che in seguito sarebbe stato il suo grande contatto, e voleva ripetere.

Kadegis e Howard si sono sposati nel 1967 e hanno anche avuto una figlia, Myfanwy, anche se il matrimonio non è durato a lungo e ognuno è andato per la propria strada. L’attività era già iniziata e non poteva essere fermata adesso, infatti in quel momento stava cominciando a decollare.

Al college ha anche incontrato Judy Lane, la donna della sua vita e madre di 3 dei suoi figli, che si è innamorata del fascino e del talento che Howard sprigionava. Era il 1971 e gli studi di Marco ristagnavano, contemporaneamente alla sua corsa da cammell.

 

 

✨ Da studente promettente Howard a Mr. Nice, l’ascesa del mito

 

In un certo senso, Judy ha contribuito a creare la leggenda di Mr. Nice, perché fino a quando Howard non l’ha incontrata, ha fornito a malapena cannabis ai compagni di college e poco altro. Grazie a Patrick Lane, il fratello di Judy che ha lavorato negli Stati Uniti aiutando a ripulire i soldi della droga, gli affari di Howard fanno un passo avanti.

Poco dopo hanno iniziato un piano molto ambizioso, portare hashish di  alta qualità negli Stati Uniti nascosto negli altoparlanti usati nel loro tour americano dalla band Pink Floyd. Per un po ‘ha funzionato, i grandi altoparlanti sono stati caricati con hashish pakistano e sulla via del ritorno sono stati riempiti di mattoni in modo da non essere sospettati a causa del peso.

All’inizio degli anni ’70, arrivò negli USA la marijuana colombiana molto buona, soprattutto Colombian Gold, ma era molto raro trovare hashish di qualità, tranne quello trasportato da Howard e dalla sua “gang”. D’altra parte, nel Regno Unito è successo il contrario, c’era molto hashish buono ma non è arrivata marijuana di qualità. Era giunto il momento per il piano di fare un ulteriore passo avanti, così hanno pensato di portare hashish dall’Inghilterra agli Stati Uniti e approfittare del viaggio di ritorno per tornare carichi di colombiana Maria. Questo capitolo della storia ha una parte divertente, ed è che la domanda di cannabis in questi 2 paesi era maggiore di quella dei concerti, quindi Howard si concentrò sulla creazione di nuove band e sul tour delle sue esibizioni.

 

 

⚠️ Non tutto era un letto di rose, primo autunno e successiva espansione mondiale

 

Nel 1974 il signor Nice fu accusato di aver introdotto la cannabis negli Stati Uniti, ma dopo essere stato rilasciato sulla parola decise di fuggire con Judy, per la quale divenne un fuggitivo dalla giustizia. A quel tempo, grazie a Malik, George Lane (il fratellino di Judy) trovò lavoro come insegnante presso una scuola di lingue a Karachi (Pakistan).

.In questo modo, l’azienda aveva Patrick come contabile negli USA, paese ospitante per grandi quantità di cannabis, e George in Pakistan, un paese che produce gran parte dell’hashish consumato in tutto il mondo.

In questo momento il business scorre come pochi, al punto che altri si calcola che Mr. Nice abbia spostato più del 10% della cannabis totale consumata nel mondo. Secondo l’autobiografia, a Londra ogni notte venivano fumate circa 3 tonnellate di yerba, e ogni grammo veniva portato da Howard e dal suo team. In questi anni Judy e Howard vissero bene in questa città e nel 1978 ebbero la loro prima figlia, Amber.

 

 

📖 Secondo autunno, matrimonio, Thailandia e affari legali

 

Nel 1980 Howard e Judy si sposarono, sebbene lo sposo non potesse essere presente alla cerimonia perché era stato arrestato. Una spedizione con 15 tonnellate di yerba colombiana è stata sequestrata in un lago remoto in Scozia e il caso sembrava davvero brutto.

Il signor Nice ha corrotto un poliziotto messicano per testimoniare a suo nome al processo, e grazie ai contatti dell’università è stato in grado di “provare” che questa spedizione faceva parte di un’operazione dei servizi segreti britannici MI6, per la quale è stato assolto. questo caso. A quel tempo le autorità colsero l’occasione per processarlo per il caso del 1974 in cui era fuggito, e fu condannato a 3 anni di carcere, che dovette accettare.

Quando è uscito di prigione, ha continuato a fare ciò che gli piaceva di più, ma ha iniziato a combinarlo con nuove attività, saloni di massaggi a lieto fine in Thailandia dove ha acquistato marijuana di qualità, un’agenzia di viaggi per passare inosservato, un negozio di abbigliamento a Inghilterra dove è cresciuto in cantina la marijuana idroponica, ecc.

Questa volta nella vita di Howard Marks è molto divertente, e nella sua biografia racconta in dettaglio alcuni episodi che vale davvero la pena leggere. Come quando si è ritrovato smarrito e ubriaco a Bangkok con una valigia contenente un milione di dollari in contanti che riusciva a malapena a portare. O quando una sera usciva a festeggiare in questa stessa città, invitando tutti, e con il passare della notte ce n’erano sempre di più, con prostitute, nani e persone di ogni tipo. E come dimenticare quando è atterrato completamente ubriaco su un volo, e all’aeroporto quelli della DEA , che lui già conosceva,lo stavano aspettando  e quando li ha visti gli è venuto in mente che poteva essere una buona idea avvicinarsi e chiedi se erano lì per lui.

 

 

⭐ Life a Maiorca e la terza caduta, l’ultima

 

Nel 1984 decisero di trasferirsi da Londra a Maiorca, in linea di principio per cercare di dare l’aspetto di una famiglia normale, ma il signor Nice continuò a pieno regime con la sua fiorente attività. In quel momento la DEA e la CIA lo stavano seguendo da vicino , ma non erano in grado di fermarlo sul posto, poiché Howard pensava a tutto fin nei minimi dettagli.

A un certo punto, Howard era così sicuro di sé che sembra persino giocare con le autorità che lo hanno seguito. Prova di ciò è il capitolo in cui trova il localizzatore che la DEA aveva messo sulla nave che stava per trasportare il carico, e lo posiziona intelligentemente su una boa fissa d’alto mare, per far loro pensare che si trovassero in alto mare mentre con calma introducevano l’hashish.

Ma anche la fortuna si esaurisce, e quando meno me l’aspettavo è successo. Una mattina del 1988, mentre erano in silenzio nella loro residenza a Maiorca, la polizia fece irruzione e prese Judy e Howard in custodia, lui fu accusato di traffico di droga su “scala epica”, e lei di cospirazione.

 

 

⛳ Il periodo più buio della vita del signor Nice

 

Howard temeva di essere estradato negli Stati Uniti, ma i suoi desideri non furono esauditi e alla fine trascorse 25 anni nella prigione di Terre Haute in Indiana. Judy è stata più fortunata, ma ha comunque dovuto trascorrere 18 mesi in una prigione di Madrid, dovendo lasciare i suoi figli con la sua sorellina, Masha.

La coppia Marks aveva 3 figli, che a quel tempo erano giovani, Amber aveva 10 anni, Francesca 7 e Patrick aveva solo un anno. Il partner di Masha in quel momento era un molestatore, che tra l’altro rinchiuse il piccolo Patrick in una stanza buia per ore. Tra questo e quello che ha dovuto passare perché è stato lontano da sua madre per un anno e mezzo, e da suo padre per 7 anni, Patrick ha ancora oggi le conseguenze della sua infanzia, vittima collaterale della vita e del lavoro di Mr. Nice.

La parte più difficile della biografia di Mr. Nice  è quando viene a sapere dell’incidente di suo figlio mentre é a Terre Haute in prigione,e non è  in grado di fare nulla al riguardo e di sentirsi molto in colpa. Patrick, con soli 4 anni, è salito sul tetto di una casa ed è saltato nel vuoto. Questo ha lasciato il bambino con problemi alla schiena, e Howard sembra averlo segnato anche lui, non ha spiegato cosa poteva passare per la testa di un bambino per farlo … O forse glielo ha spiegato ed era quello che non ha fatto permesso di essere in pace.

 

 

🚀 La rinascita, il nuovo Howard e la leggenda di Mr. Nice

 

Ma non tutto sarebbe andato male in prigione, ciò che non ti uccide ti rende più forte, e per la prima volta da molto tempo ho avuto il tempo di fare altro cose. Così ha iniziato a studiare legge e scrivere la sua autobiografia, e ragazzo ha approfittato del tempo che lo studio gli ha permesso di rivedere la sua condanna e ridurre alcuni anni di pena, e il libro è diventato un bestseller e poi un film.

In prigione ha anche incontrato personaggi di ogni tipo, da noti trafficanti di droga colombiani, membri di bande, ladri, ecc. Howard si è dedicato a insegnare ai prigionieri e ne ha fatti rivedere alcuni, guadagnandosi il rispetto di tutti.

Quelli che in linea di principio sarebbero stati 25 anni di prigione sono rimasti a 7, e nel 1995 il signor Nice è stato rilasciato. All’inizio si è concentrato sulla promozione della sua autobiografia, trascorrendo del tempo al bowling come DJ, come produttore musicale, scrivendo una rubrica mensile sulla rivista Loaded fondamentalmente approfittando della sua attrazione mediatica nel Regno Unito.

Sia lui che il suo libro stavano diventando sempre più popolari, e questo gli servì anche per diventare uno dei riferimenti  dell’attivismo cannabis, che alla fine degli anni ’90 stava iniziando a prendere forza in alcuni paesi.

 

Da Howard Marks a Mr. Nice, la storia
Da Howard Marks a Mr. Nice, la storia

 

 

🧐 Mr. Nice Seeds e l’industria della coltivazione della marijuana

 

Durante quegli anni in Olanda la famiglia White di trionfò Shantibaba (Scott Blake)su tutta White Widow, ma anche White Rhino e Great White Shark. Nel 1998 il tandem formato da Shantibaba e Neville Shoenmakersconquistato hal’High Times Cannabis Cup, evidenziando Super Silver Haze sopra gli altri. A quel tempo erano soci della società Green House, ma questo sarebbe stato l’ultimo evento, poiché subito dopo hanno venduto le loro azioni in questa società e se ne sono andati.

Howard Marks incontrò Shantibaba poco dopo e dopo aver riflettuto a lungo decisero di creare la migliore banca del seme di sempre. Hanno messo insieme le oltre 40 piante madri che Neville e Scott avevano assemblato negli ultimi 20 anni e hanno messo tutta la loro esperienza insieme all’intelligenza di Howard per realizzarlo, così è nato il signor Nice Seedbank.

Questa banca dei semi è diventata rapidamente un punto di riferimento  del settore cannabis, tanto che la maggior parte dei marchi sul mercato ha copiato le sue varietà. Howard ha contribuito con la sua immagine e i suoi pseudonimi all’espansione di Mr. Nice Seedbank e lo si poteva vedere in molte fiere ed eventi firmare libri, scattare foto o chiacchierare amabilmente con chiunque gli si avvicinasse.

 

 

🎬 Divorzio di Judy, la famiglia e Mr. Nice il film

 

Nel 2003 Judy si separò da Howard dopo aver presumibilmente scoperto che le era stato infedele. Suo figlio Patrick ha allora 16 anni ed è affidato alle cure di sua madre. A Judy era stato diagnosticato un cancro al seno poco prima ed è molto delusa dal fatto che Howard sia entrato in un altro momento difficile.

Oggi Amber è avvocato, e sua sorella Francesca è laureata in filosofia e insegnante di yoga, ma Patrick è stato segnato per sempre da un’infanzia terribile, e per finire la successiva separazione dai suoi genitori durante la sua adolescenza.

Era il 2010 quando  uscì il  film Mr. Nice con un cast di lusso ( Rhys Ifans, Chloë Sevigny, Elsa Pataky, Luís Tosar, ecc.) E diretto da Bernard Rose. Nel film, tutti i membri della famiglia Marks fanno dei cameo su consiglio di Howard, qualcosa che ha reso Patrick molto eccitato, ma che si è concluso con un nuovo litigio con Judy, da quando sono apparsi sul set Howard era presumibilmente ubriaco.

 

“Mr. Nice” la scena del film:

 

 

👾 La morte di Howard Marks e la leggenda di Mr. Nice

 

Quando Howard annunciò di avere il cancro, molti di noi lo presero come quando si trattava di una persona cara e vicina. Era il 2015 e aveva 69 anni, ma quella maledetta malattia stava progredendo molto velocemente, e anche una persona forte e positiva come lui soffriva molto.

Tanto che solo un anno dopo morì, il 10 aprile 2016, e in un certo senso l’intero settore della cannabis rimase orfano, poiché era servito da ispirazione per molti. Quel giorno sarà segnato per tutti noi che abbiamo potuto incontrarlo, è morto un grande personaggio come Howard Marks, ma la cosa più importante è che è nata una leggenda che non morirà mai, quella del grande Mister Nice.

Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
See more posts

Lascia un commento