I migliori fertilizzanti specifici per varietà autofiorenti.

560
SHARES
Tempo di lettura 5 minuti

 

  • Questo articolo tratta della fertilizzazione delle piante di cannabis autofiorenti, evidenziando la loro necessità di una nutrizione specializzata a causa del loro rapido ciclo vitale. Si consigliano fertilizzanti specifici come Fast Food di B.A.C. e Top Auto di Top Crop, adatti alle loro fasi di crescita e fioritura. Si offrono consigli sul dosaggio e sull’importanza di evitare la sovrafertilizzazione, nonché tecniche per migliorare la qualità del raccolto, come l’uso di stimolatori e un adeguato “flush” prima della raccolta.
  • Migliori fertilizzanti minerali per piante di marijuana
  • Migliori fertilizzanti organici per coltivare cannabis

 

Varie piante di marijuana autofiorenti in vasi circondate da vari tipi di nutrienti, in bottiglia in capsule, terra...
Varie piante di marijuana autofiorenti in vasi circondate da vari tipi di nutrienti, in bottiglia in capsule, terra…

 

I semi autofiorenti, noti per il loro rapido ciclo vitale e facilità di coltivazione, richiedono una nutrizione specializzata per raggiungere il loro massimo potenziale. A differenza delle varietà fotoperiodiche, le autofiorenti passano rapidamente dalla fase vegetativa alla fioritura, il che implica una strategia di fertilizzazione unica. In Pevgrow, comprendiamo l’importanza di scegliere il fertilizzante giusto, per questo abbiamo compilato un elenco dei migliori nutrienti sul mercato progettati specificamente per piante autofiorenti.

 

 

Fast Food di B.A.C.:

 

 

Questo fertilizzante tutto in uno è ideale per coltivatori principianti ed esperti. Fast Food fornisce tutti i nutrienti necessari durante l’intero ciclo vitale della pianta autofiorente, facilitando una crescita sana e una fioritura abbondante. Il meglio è che se preferisci la qualità hai a disposizione Fast Food organico, ma se anteponi il rendimento puoi scegliere Fast Food minerale.

 

 

Top Auto di Top Crop:

 

Specificamente formulato per autofiorenti, Top Auto di Top Crop offre una miscela equilibrata di nutrienti che promuovono lo sviluppo vigoroso durante tutte le fasi di crescita. La sua composizione aiuta le piante a fiorire in modo ottimale, rispettando il loro ciclo naturale, poiché apporta acidi umici e fulvici, microelementi chelati e altri componenti positivi per lo sviluppo rapido delle autofiorenti.

 

 

 
Scarica il dizionario gratuito della marijuana
Scaricare gratuitamente Dizionario della cannabis Edizione 2023
Inserisci un indirizzo e-mail corretto
Devi accettare l'informativa sulla privacy
SITO DI NEGOZI ONLINE S.R.L con CIF: B98262777 e indirizzo per le notifiche in C/ VEREDA MAS DE TOUS Nº 22 LOCAL C, 46185 LA POBLA DE VALLBONA, VALENCIA, Telefono: 961658271 Email: customer(at)pevgrow.com
Per conto della Società di Consulenza trattiamo i dati da Lei forniti al fine di fornire il servizio richiesto, eseguire la fatturazione dello stesso. I dati forniti saranno conservati per tutto il tempo in cui sarà mantenuto il rapporto commerciale o per gli anni necessari a soddisfare gli obblighi di legge. I dati non saranno ceduti a terzi, salvo nei casi in cui vi sia un obbligo di legge. L'utente ha il diritto di ottenere la conferma che SITE OF SHOPS ONLINE S.R.L. stia trattando i suoi dati personali e pertanto ha il diritto di accedere ai suoi dati personali, di rettificare eventuali dati inesatti o di richiederne la cancellazione quando i dati non sono più necessari.
 

Autoflower SuperMix di Bio Nova:

 

Questo fertilizzante di Bio Nova è progettato per soddisfare le esigenze specifiche delle varietà autofiorenti. Autoflower SuperMix assicura una nutrizione bilanciata, sostenendo sia la crescita vegetativa sia la fioritura senza la necessità di cambiare prodotto. La sua composizione a base di alghe marine garantisce eccellenti proprietà organolettiche della marijuana raccolta.

 

 

Autonabis di Terranabis:

 

Autonabis è un’opzione organica per i coltivatori che preferiscono prodotti naturali. Questo fertilizzante stimola la crescita sana delle radici e migliora la resistenza della pianta, ottimizzando sia la crescita sia la produzione di fiori.

 

 

 

Autoflowering Grow & Bloom di Dutch Pro:

Questo fertilizzante di Dutch Pro è una soluzione completa per il ciclo vitale delle piante autofiorenti coltivate in idroponica o fibra di cocco. Con una formula che supporta sia la crescita sia la fioritura, Autoflowering Grow & Bloom è ideale per garantire una nutrizione adeguata in tutte le fasi.

 

 

Auto Stimulator di B.A.C.:

 

Auto Stimulator di B.A.C. è un additivo che migliora l’assorbimento dei nutrienti e stimola il sistema immunitario della pianta. Anche se non è un fertilizzante di per sé, è un complemento perfetto per potenziare la salute e il rendimento delle tue autofiorenti, poiché stimola lo sviluppo della microvita benefica che promuove l’assimilazione del cibo da parte delle radici.

 

 

 

Tabella dei prodotti

 

Fertilizzante Composizione NPK (approssimativa) Dosaggio Raccomandato Caratteristiche Principali
Fast Food di B.A.C. 5-4-8 3,4 o 5 ml/l Tutto in uno, facile da usare
Top Auto di Top Crop 3,5-5,3-5 2,5-3,5 ml/l Bilanciato, per tutte le fasi
Autoflower SuperMix di Bio Nova 5-2-5 2-4 ml/l Nutrizione completa, favorisce fioritura
Autonabis di Terranabis 3,5-5,3,5 1,2 o 3 ml/l Organico, stimola crescita radici
Autoflowering Grow & Bloom di Dutch Pro 5,3-2,1-5,9 2-3 ml/l Soluzione completa, crescita e fioritura
Auto Stimulator di B.A.C. N/A 1 a 2 ml per ogni 5 litri d’acqua Stimolatore di assorbimento e difese

 

 

Fertilizzando autofiorenti

 

La fertilizzazione delle autofiorenti deve adattarsi al loro rapido ciclo vegetativo. A differenza delle varietà fotodipendenti, le autofiorenti continuano la loro crescita mentre fioriscono, il che richiede un equilibrio attento dei nutrienti. È cruciale interrompere la fertilizzazione prima della fine del loro ciclo per evitare sapori e aromi indesiderati nel raccolto. Anche se queste piante sono solitamente resistenti alla sovrafertilizzazione, è sempre preferibile errare dalla parte della cautela per non compromettere il loro sviluppo.

 

 

Fertilizzazione di Autofiorenti: Tecniche e Consigli per una Coltivazione di Successo

 

La fertilizzazione delle piante autofiorenti richiede un approccio attento e personalizzato, a causa del loro ciclo vitale unico e rapido. Qui ti offriamo tecniche avanzate, metodi, consigli e trucchi per massimizzare il potenziale delle tue piante autofiorenti.

 

1. Comprendendo il Ciclo Vitale delle Autofiorenti:

  • Le autofiorenti di solito completano il loro ciclo in circa 8-10 settimane dalla germinazione.
  • Non dipendono da un cambiamento nel ciclo di luce per iniziare a fiorire.
  • Richiedono un bilanciamento dei nutrienti che supporti sia la crescita vegetativa sia la fioritura.

 

2. Fertilizzazione Durante la Fase di Crescita Vegetativa:

  • Inizia con una fertilizzazione più leggera per evitare il rischio di sovrafertilizzazione nelle fasi iniziali.
  • Utilizza un fertilizzante con maggiore concentrazione di azoto per promuovere una crescita sana e robusta di steli e foglie.

 

3. Transizione alla Fase di Fioritura:

  • Riduci gradualmente l’azoto e aumenta i nutrienti come fosforo e potassio, essenziali per lo sviluppo dei fiori.
  • Osserva attentamente i segnali della pianta per regolare i nutrienti secondo necessità.

 

4. Tecniche di Fertilizzazione:

  • “Feed-Water-Feed”: Alterna irrigazioni con e senza nutrienti per evitare l’accumulo di sali nel substrato.
  • Fertilizzazione Fogliare: Utilizza spruzzature leggere sulle foglie per un apporto rapido di micronutrienti (Solo fino a quando ci sono boccioli)

 

5. Consigli per l’Uso dei Fertilizzanti:

  • Diluisci sempre i fertilizzanti secondo le istruzioni del produttore per evitare di bruciare le piante.
  • Considera l’uso di fertilizzanti organici per promuovere una microbiologia sana del suolo.

 

6. Attenzione alla Sovrafertilizzazione:

  • Le piante autofiorenti sono meno tolleranti alla sovrafertilizzazione rispetto alle fotoperiodiche.
  • Monitora segnali come punte delle foglie gialle o bruciate, e riduci la dose se necessario.

 

7. Interrompendo la Fertilizzazione prima del Raccolto:

  • Riduci e eventualmente interrompi la fertilizzazione circa due settimane prima del raccolto per migliorare il sapore e la qualità dei fiori.
  • Se opportuno, esegui un lavaggio delle radici per eliminare i residui di fertilizzanti che possono rimanere.

 

8. Trucchi per una Coltivazione Ottimale:

  • Le autofiorenti fissano più azoto nelle foglie rispetto alle piante fotoperiodiche, tienilo in considerazione.
  • Monitoraggio del pH: Mantieni un pH adeguato nella tua soluzione di irrigazione per assicurare la disponibilità dei nutrienti.

 

9. Uso di Stimolatori e Additivi:

  • Considera additivi come enzimi o stimolatori delle radici per migliorare l’assorbimento dei nutrienti e la salute generale della pianta.
  • È molto consigliabile aggiungere microvita benefica nel substrato e nei primi irrigazioni.

 

10. Lista di Verifica per la Fertilizzazione delle Autofiorenti:

  • Inizia con una fertilizzazione leggera e aumenta gradualmente.
  • Regola i nutrienti secondo la fase di crescita.
  • Monitora la pianta e il substrato per aggiustamenti tempestivi.
  • Esegui un “flush” prima del raccolto.
  • Mantieni un registro delle tue pratiche di fertilizzazione per aggiustamenti nei futuri coltivazioni.

 

 

Conclusione:

 

Scegliere il fertilizzante giusto per le tue piante autofiorenti è cruciale per il loro successo. Con opzioni che vanno da soluzioni tutto in uno a stimolatori specifici, i coltivatori possono trovare il prodotto perfetto per le loro esigenze in Pevgrow. Ricorda sempre di adattare la tua strategia di fertilizzazione al ciclo unico di queste piante per ottenere i migliori risultati.

 

 

FAQs:

 

  • Posso usare lo stesso fertilizzante per autofiorenti che per fotodipendenti? Anche se è possibile, l’ideale è usare fertilizzanti specifici per autofiorenti, poiché sono formulati per adattarsi al loro rapido ciclo vitale.
  • Con quale frequenza devo fertilizzare le mie piante autofiorenti? Dipende dal fertilizzante che scegli, ma generalmente si consiglia di seguire le istruzioni del produttore e osservare attentamente la risposta della pianta. Personalmente preferisco un’irrigazione con fertilizzante seguita da un’altra solo con acqua.
  • È necessario cambiare fertilizzante durante il ciclo vitale di un’autofiorente? Alcuni fertilizzanti sono progettati per essere usati durante tutto il ciclo, mentre altri richiedono di cambiare da un prodotto di crescita a uno di fioritura.
  • Come so se sto sovrafertilizzando le mie piante autofiorenti? Segni di sovrafertilizzazione includono punte delle foglie bruciate, caduta delle foglie e una crescita lenta. È importante agire rapidamente per correggere il problema.
  • Cosa faccio se la mia pianta autofiorente mostra segni di carenza nutrizionale? Assicurati di usare un fertilizzante adeguato e nella quantità corretta. Se il problema persiste, considera di regolare il pH del suolo o dell’acqua di irrigazione.
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social network!
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
Vedi altri post
Partecipa alla discussione

Leave a Comment