Supersoil, la migliore miscela di terreno

560
SHARES
Tempo di lettura 7 minuti
Immagine di un super eroe che raffigura Supersoil tra le piante di marijuana
Immagine di un super eroe che raffigura Supersoil tra le piante di marijuana

 

Super Soil è un concetto che è diventato di moda ultimamente tra i coltivatori di marijuana e ha dimostrato che puoi ottenere il miglior raccolto in modo naturale e biologico al 100%, senza investire molti soldi ed essendo totalmente rispettoso dell’ambiente. Se vuoi capire di cosa si tratta, vedere come si fa e soprattutto imparare a trarne il massimo, leggi attentamente quanto segue.

 

 

⚠️ Cos’è il Super Soil?

 

È una miscela di substrato per coltivare marijuana, che contiene tutti i nutrienti di cui le piante hanno bisogno per il loro perfetto sviluppo, dalla nascita o dal trapianto al raccolto. Il segreto di questo “Super Soil” è la microvita presente nel terreno, che facilita l’approvvigionamento di tutto il cibo necessario in ogni fase di sviluppo della pianta.

Si potrebbe dire che Super Soil è la combinazione di terreno con altri componenti organici per ottenere un equilibrio nel substrato che contiene tutti gli elementi e i microelementi di cui la cannabis ha bisogno per tutta la sua vita. Questa miscela preparata è stata resa popolare dall’allevatore Subcool che cerca di imitare l’ecosistema che si crea naturalmente nel terreno, quindi non produce alcun tipo di inquinamento sul pianeta.

 

 

🧐 Come fare il Super Soil ? Ricetta di TGA Subcool

 

Di seguito puoi vedere la composizione della miscela di substrato che Subcool ha condiviso nei forum di cannabis per produrre circa 8 chili di Super Soil, che combina una base di terreno commerciale con 9 componenti aggiunti.

 

Ingredienti che compongono il Super Soil

 

  • Substrato organico con fibra di cocco e micorrize : 4 Kilos
  • Humus di lombrico solido :  2,2 Kilos
  • Farina di ossa :  200 gr.
  • Farina di sangue :  200 gr.
  • Guano di pipistrello :  200 gr.
  • Fosfato di roccia : 150 gr.
  • Sali Epson :  100 gr.
  • Dolomiti :  65 gr.
  • Azomite :  65 gr.
  • Acido umico:  10 gr.

 

*Imagen de los componentes que forman la mezcla Super Soil
*Immagine dei componenti che compongono la miscela Super Soil

 

Preparazione del substrato Super Soil

L’ideale per rendere la miscela la piú  omogenea possibile è stendere metà del supporto commerciale utilizzato come base e versare gradualmente il resto dei componenti sopra, quindi versare sopra l’altra metà del supporto commerciale. Se il substrato commerciale utilizzato non contiene fibra di cocco o micorrize, è necessario aggiungerle all’impasto in questo momento.

Alcuni coltivatori utilizzano una betoniera per questa missione, l’ideatore della ricetta ha utilizzato una vasca removibile perché produceva in media circa 400 litri, ma si può fare in un cesto o contenitore capiente, oppure direttamente sul terreno pulito o mettendo un telo protettivo.

Una volta che tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, è importante annaffiare l’intero composto con acqua, coprirlo con un telone o simile e lasciarlo al sole per 30-60 giorni a fermentare. Questo viene fatto in questo modo perché può essere troppo forte per coltivare direttamente, ed è possibile che se seminiamo o trapiantiamo in Super Soil fresco alcune piante soffrano di fertilizzazione eccessiva o muoiano direttamente.

 

 

👾 Come si applica il Super Soil biologico alle colture?

 

Subcool consiglia di utilizzare Super Soil come aiuola in modo che le piante lo abbiano sempre sul fondo dei vasi come grande riserva di nutrienti organici. Un buon modo per metterlo in pratica è riempire un quarto della capacità dei vasi con il mix Super Soil e finire di riempirli con uno speciale terriccio commerciale per cannabis. In questo modo le radici iniziano a svilupparsi in un substrato più leggero fino a raggiungere il fondo del vaso, dove hanno a disposizione tutto il cibo di cui hanno bisogno in ogni momento.

Nelle colture outdoor dove viene trapiantato direttamente nel terreno, l’ideale è fare una buona buca, che abbia un’area di almeno 50 cm x 50 cm e una profondità di altri 50 cm, ma può essere meglio più grande. In questo caso si può riempire poco meno della metà con Super Soil, perché nel terriccio madre le radici si tirano su tutti i lati, non solo verso l’aiuola dove mettiamo il nostro apposito impasto.

 

 

🎯 Come si coltiva con questo tipo di substrato?

 

Questa è la parte più semplice, perché dal momento in cui trapianti le ragazze nel Super Soil, dovrai solo irrigare con acqua sola, senza la necessità di aggiungere fertilizzanti, stimolatori o additivi all’irrigazione. Sì, è altamente raccomandato che l’acqua non sia dura, quindi è possibile che l’acqua del rubinetto in alcune case non sia adeguata.

È anche interessante regolare il PH dell’acqua di irrigazione, anche se non è un punto cruciale quando si coltiva marijuana in Super Soil. Il fatto di utilizzare solo acqua nelle irrigazioni permette la raccolta senza la necessità di fare il tipico lavaggio delle radici, e anche così, queste cime avranno il sapore più pulito e definito che si possa immaginare. Per il resto si coltiva allo stesso modo degli altri substrati, quindi è consigliabile irrorare trattamenti preventivi per evitare attacchi di insetti, funghi e altri agenti patogeni.

 

 

🔥 Super Soil per autofiorenti

 

Alcuni utenti ci hanno chiesto se la miscela Super Soil può essere utilizzata per coltivare varietà autofiorenti, e la risposta è sì, anche se consigliamo sempre di aggiungere un componente extra e di variare un po’ alcune proporzioni per adattare la distribuzione dei nutrienti alla esigenze speciali per questo tipo di piante.

Sappiamo che le piante autofiorenti hanno una fase di crescita vegetativa molto più breve rispetto alle normali varietà fotoperiodiche, e di questo bisogna tenerne conto quando si prepara la miscela, quindi rimuoviamo parte dei rigetti dei lombrichi e la compensiamo aggiungendone un po’ in più rispetto al guano di pipistrello. Affinché possano aumentare il loro tasso di crescita e raggiungere la dimensione più grande possibile prima di iniziare a fiorire, consigliamo vivamente di aggiungere il tricoderma insieme alle micorrize, che formeranno entrambi una microvita che migliora la simbiosi con l’apparato radicale.

Un altro componente che possiamo aggiungere quando vogliamo coltivare varietà automatiche in Super Soil è la perlite, la vermiculite o la fibra di cocco, in questo caso per aumentare l’ossigenazione del substrato e renderlo più spugnoso in modo che le radici non abbiano difficoltà colonizzando. Di seguito puoi vedere come apparirebbero le proporzioni regolate, specialmente per la coltivazione di genetiche a fioritura automatica:

 

  • Substrato organico con fibra di cocco e micorrize : 4 Kilos
  • Humus di lombrico solido :  1,7 Kilos
  • Farina di ossa :  200 gr.
  • Farina di sangue :  200 gr.
  • Guano di pipistrello :  300 gr.
  • Fosfato di roccia : 150 gr.
  • Sali Epson :  100 gr.
  • Dolomiti :  65 gr.
  • Azomite :  65 gr.
  • Acido umico:  10 gr.

 

 

✅ Risultati del Super Soil biologico, raccolti giganti di deliziose cime

 

I vantaggi di questo tipo di substrato sono molteplici, anche se sicuramente il più interessante per noi è la grande resa che si ottiene, soprattutto considerando che le piante ricevono solo acqua fino al raccolto. È sempre stato noto che la coltivazione biologica al 100% aumenta il livello e la qualità dei terpeni, ma recentemente si è scoperto che migliora anche la produzione di cannabinoidi, quindi le cime saranno più potenti e medicinali oltre ad essere più gustose.

Il semplice fatto di mantenere un terreno vivo fa sì che i nutrienti presenti nel terreno siano sempre potenzialmente assimilabili dalle radici, che possono assumere tutto il cibo di cui hanno bisogno in qualsiasi momento durante la coltivazione, e questo si può vedere ad occhio nudo guardando alle piante, che sembrano sane e vigorose.

 

*Imagen de un cogollo espectacular cultivado con Super Soil orgánico
*Immagine di una cima spettacolare coltivata con Super Soil biologico

 

 

🚀 Vantaggi della coltivazione di cannabis in Super Soil

 

  • Conoscere esattamente la vera composizione del substrato che utilizziamo
  • Le piante hanno tutto i nutrienti di cui hanno bisogno a loro disposizione
  • Coltivazione 100% biologica e totalmente rispettosa del pianeta
  • Non c’è bisogno di aggiungere fertilizzanti, solo acqua fino al raccolto
  • Aroma e sapore migliori nelle cime
  • Miscela riutilizzabile all’infinito
  • Non richiede il lavaggio delle radici prima della raccolta
  • Non aggiungendo liquidi fertilizzanti, i sali non si accumulano nel supporto

 

 

📲 Svantaggi del Super Soil

 

  • Alcuni ingredienti non sono di facile reperimento
  • Richiede un investimento iniziale maggiore rispetto al normale supporto
  • Tempo e fatica fisica per ottenere un impasto omogeneo
  • Non può essere utilizzato direttamente, necessita di riposo più di 30 giorni
  • Destinato a grandi vasi da esterno, limitato per coltivazione indoor
  • Tasso di crescita alg o più lento rispetto all’utilizzo di fertilizzanti minerali

 

 

👌 Super Soil prefabbricato in vendita

 

Alcuni marchi hanno commercializzato il proprio Super Soil prefabbricato per rendere più facile per tutti i coltivatori del mondo coltivare con questo terreno, senza la necessità di acquistare tutti i componenti separatamente e doverli mescolare per creare la giusta composizione.

 

Earth Vibes Supersoil

 

Earth Vibes Supersoil

Il mix di nutrienti Earth Vibes Supersoil di Lurpe, il prodotto ideale per creare nuova micro vita

CARATTERISTICHE:
-carbone
-farina di ossa, farina di roccia,
-dolomite, terra diatomacea,
-miscela di erbe,
-azomite, kelp,
-zucchero, lieviti
-acidi umici e fulvici.

Acquisto QUI
Earth Vibes Supersoil

 

Tra tutti vogliamo evidenziare Earth Vibes Super Soil di Lurpe, poiché hanno creato una miscela super concentrata che può essere combinata con qualsiasi tipo di substrato commerciale per trasformarlo in Super Soil. Risparmiando le distanze, un altro buon mix che serve ad arricchire substrati poveri è Kilomix di Atami, che in termini di qualità/prezzo è uno dei più competitivi sul mercato.

 

Kilomix B’CUZZ Atami 50L

 

Kilomix B'CUZZ Atami 50L

Kilomix 50L B’CUZZ di Atami, un composto organico altamente fertilizzato con il quale puoi fertilizzare il terreno e dispensare i fertilizzanti durante le prime 6-7 settimane di coltivazione

Composizione di Kilomix B’CUZZ Atami 50L:

Altamente fertilizzato
Conducibilità: 85 mS/cm
pH: 6
Contiene:
-0,75 kg di fertilizzante NPK
-6,5 kg di uccelli marini per m3

Acquisto QUI
Kilomix B’CUZZ Atami 50L

 

 

⭐ Conclusione

 

Super Soil è il modo più efficace per coltivare marijuana in modo biologico, poiché garantisce una corretta alimentazione delle piante senza rinunciare all’aroma e al sapore più intensi e, cosa più importante, raggiungere una produzione record. Nel caso in cui tutti questi benefici vi sembrino pochi, questa forma di coltivazione è la più pulita e sostenibile del pianeta, quindi ci sono tutti i vantaggi.

 

 

⛳ Domande frequenti

 

Come innaffiare il Super Soil prima di utilizzarlo?

Non è necessario bagnare il Super Soil per effettuare il processo di compostaggio, è sufficiente mantenerlo umido per i 30-60 giorni di cui ha bisogno. Idealmente, conservare la miscela in un contenitore che può essere chiuso o ben coperto, in modo che l’umidità non fuoriesca e il Super Soil non si secchi..

 

Quanto dura il Super Soil?

Infinito può essere la risposta migliore, anche se perché ciò avvenga è necessario mantenere attiva la microvita del suolo, ma finché l’ecosistema sarà in equilibrio sarà un terreno valido da coltivare. Alcuni coltivatori rimuovono le radici da Super Soil una volta che hanno raccolto, quindi aggiungono guano di pipistrello e getti di lombrichi con vermi vivi per arricchirlo nuovamente e riciclano questo substrato più e più volte.

 

Super Suolo Vs Suolo Vivente È lo stesso?

Super Soil è un concetto reso popolare da Subcool, che si riferisce a un tipo molto completo di Living Soil, ma si potrebbe dire che è lo stesso. Living Soil è qualsiasi tipo di substrato che mantenga un ecosistema microbico attivo, ovvero un substrato vivente che beneficia di questi piccoli organismi per convertire la materia in cibo assimilabile per le piante.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social network!
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
Vedi altri post
Partecipa alla discussione

Lascia un commento

Skip to content