Concimi e fertilizzanti casalinghi per la marijuana, facili e semplici

560
SHARES
Tempo di lettura 7 minuti

 

Fertilizzanti naturali fatti in casa
Fertilizzanti naturali fatti in casa

 

 

La cannabis, come qualsiasi altra pianta, può avere bisogno di un aiutino extra per una crescita migliore.

 

Esistono fertilizzanti naturali che potete fare voi stessi a casa, in modo molto semplice

 

La maggior parte delle piante apprezza molto l’utilizzo di fertilizzanti o compost perchè crescano sane, vigorose e ricche di vitalità. I fertilizzanti naturali sono utilizzati da secoli e sono sempre serviti per ottenere colture abbondanti e prive di malattie, oltre ad una crescita spettacolare, poiché forniscono alla pianta tutti i minerali e i composti organici necessari per crescere sana e forte.

 

Qui vi mostreremo alcuni dei migliori e più conosciuti per aiutare la coltivazione della nostra amata pianta.. 😉

 

 

Fondi di Caffè

 
Unisciti alla famiglia della cannabis Pevgrow nel nostro: E non lasciate che vi chiedano cosa fare con la vostra crescita. Chiedi alla comunità Pevgrow 👍!

 

Fondi di caffè, un ottimo fertilizzante per la fase di crescita.
Fondi di caffè, un ottimo fertilizzante per la fase di crescita.

 

 

Fertilizzante per la fase di crescita

 

L’uso dei fondi di caffè come fertilizzante naturale è ben noto da molto tempo, ed è anche uno dei fertilizzanti per la marijuana utilizzati più comunemente in casa.

 

I fondi di caffè sono acidi e favoriscono lo sviluppo di batteri acetici nel substrato, contengono un 2% circa di azoto e altri nutrienti organici.

 

Un buon modo per preparare un buon fertilizzante per la marijuana è quello di aggiungere i fondi di caffè alla vostra vasca di compostaggio o nella compostiera, o spargerli e mescolarli al substrato che sarà a contatto con le radici della vostra pianta, ma è essenziale controllare sempre per bene il pH, perché possono lasciare il substrato troppo acido.

 

Un altro modo per usare il caffè è diluire il fondo di una caffettiera in un litro d’acqua, lasciando riposare la miscela per 24 ore. Trascorso questo tempo, già avremo una buona dose di fertilizzante per la nostra pianta. In questo caso, non utilizzeremo il sedimento direttamente come fertilizzante, ma l’acqua madre derivata dalla fermentazione del sedimento.

 

Personalmente, preferisco utilizzare il fondo del caffè miscelandolo al substrato: è un ottimo fertilizzante per la fase di crescita.

 

 

Cenere di legno

 

 

Ceneri di legno, molto efficaci per la prevenzione dei parassiti.
Ceneri di legno, molto efficaci per la prevenzione dei parassiti.

 

Fertilizzante per la fase finale di fioritura

 

Sempre e solo usando legni di latifoglie! E’ un altro ottimo fertilizzante naturale per la marijuana. . Possiamo ricavare le ceneri del legno da un barbecue fatto con tronchi, o da un camino in cui usiamo solo legno. Il risultato della combustione del legno è una sostanza ricca di potassio e fosforo (10% sotto forma di potassa), avremo quindi un fertilizzante minerale adatto per la fase finale di fioritura, da utilizzare singolarmente o in combinazione con uno stimolante per la produzione di resina

 

Una maniera efficace per preparare la cenere per la concimazione è quella di raccoglierla subito dopo che il legno ha bruciato e conservarla in luogo asciutto, per poi applicarla mescolandola ad altri substrati organici, dato che si tratta quasi esclusivamente di un residuo minerale. Le ceneri sono anche molto efficaci nella prevenzione dei parassiti..

 

Un altro modo per utilizzare la cenere del legno è come soluzione fertilizzante che, esattamente come per i fondi di caffè, si prepara diluendo le ceneri in un po’ d’acqua e lasciando riposare il tutto per alcune ore.

 

Un altro dei fertilizzanti casalinghi fra i più utili e decisamente da tenere sempre a disposizione in casa.

.

 

Tè di Banana

 

 

Il tè di banana fornisce aminoacidi assimilabili dalla pianta
Il tè di banana fornisce aminoacidi assimilabili dalla pianta

 

Fertilizzante per il ciclo completo di fioritura

 

Questo frutto è noto per essere uno dei prodotti naturali più ricchi di potassio. Il potassio è un elemento chiave, utilizzato in tutte le fasi dello sviluppo delle piante di cannabis, ed è anche uno dei tre principali componenti macronutrienti dell’NPK, che tutti vediamo nei normali fertilizzanti commerciali

 

Il potassio aiuta infatti la pianta ad assimilare zuccheri, amidi e carboidrati in generale, motivo per cui è così essenziale per la fioritura della pianta, in quanto contribuisce ad aumentare le riserve energetiche e la costruzione di carboidrati complessi che danno struttura a foglie, steli e cime.

 

Il potassio è essenziale anche perché è associato alla biosintesi delle proteine legate ai terpeni, all’assorbimento dell’acqua da parte delle radici e all’apertura e chiusura degli stomi.

 

Oltre a questo elemento essenziale, il tè alle banane fornisce anche aminoacidi assimilabili dalla pianta, possiamo quindi affermare che è un vero e proprio fertilizzante organico-minerale.

 

Un buon modo per preparare questo tè fertilizzante ricco di potassio è far bollire 3 bucce di banana in un litro d’acqua, aggiungendo un po’ di zucchero. Una volta che la miscela è fredda, rimuovete le bucce di banana e usate il liquido che ne risulta per innaffiare la nostra marijuana..

 

Questo tè viene applicato durante le ultime sei settimane di fioritura. Usandolo otterrete un ingrossamento delle vostre cime fino al 20% in più. È possibile ottenere lo stesso risultato utilizzando anche miele o melassa di canna da zucchero.

 

Un buon fertilizzante per la marijuana, senza dubbio uno dei migliori.

 

 

Tè di Ortica

 

 

Il tè di ortica è un prodotto che fornisce ingredienti attivi vegetali repellenti per insetti
Il tè di ortica è un prodotto che fornisce ingredienti attivi vegetali repellenti per insetti

 

Concime per l’applicazione fogliare e insetticida preventivo

 

Il tè all’ortica (Urtica Urens) più che essere un fertilizzante, è un prodotto che apporta principi attivi repellenti per insetti quali afidi, mosche bianche e acari delle piante, anche se può essere pure considerato un fertilizzante, visto l’elevato contenuto di azoto organico e componenti minerali.

 

La sua applicazione è fogliare ed è molto facile da preparare in quanto dobbiamo seguire le stesse fasi della preparazione del tè alla banana.

 

Cuociamo una buona manciata di ortiche in un litro d’acqua. Il liquido risultante (già filtrato) viene utilizzato per irrigare la pianta.

 

Fare attenzione quando raccogliete le ortiche, perché possono produrre irritazioni cutanee quando si tocca la pianta per tagliarla per fare l’estrazione o la macerazione.

 

E’ dotata di un odore forte e caratteristico, ed esistono marchi di biocidi/fertilizzanti che commercializzano questo tipo di preparati o fertilizzanti a base di ortica per la cannabis come la Agrobeta o la General Hydroponics, spesso anche etichettati come correttori di carenze. Lo potete anche trovare sotto la denominazione di “Macerato di Ortica”.

 

Si tratta di un gran prodotto, utilizzato in agricoltura biologica come l’ottimo fertilizzante naturale che è.

 

 

Lievito di birra

 

 

Lievito di birra, ricco di minerali, amminoacidi e proteine
Lievito di birra, ricco di minerali, amminoacidi e proteine

 

Fertilizzante multiuso

 

Il lievito di birra è stato normalmente proposto come un ottimo alimento per uso umano, ma grazie alla sua ricchezza di minerali, aminoacidi e proteine è anche utilizzabile come ottimo fertilizzante organico-minerale, si qualifica, quindi, come un buon fertilizzante naturale per le piante.

 

E non confondetelo con il lievito di birra del panettiere. Il lievito che utilizzeremo è quello di tipo nutrizionale,  corrispondente al residuo che ha lasciato il lievito vivo dopo il processo di fermentazione con il malto d’orzo.

 

Come fare questo fertilizzante per le piante di marijuana?

 

Semplicissimo!

La preparazione ideale per la concimazione, consiste nello sciogliere in un litro d’acqua un cucchiaio di lievito di birra; otterremo un altro ottimo fertilizzante, in questo caso per la fase di fioritura della cannabis, in quanto  molto ricco di fosforo e potassio.

 

 

Gusci d’uovo

 

Gusci d'uovo, concime naturale che corregge le carenze di calcio
Gusci d’uovo, concime naturale che corregge le carenze di calcio

 

 

Fertilizzante correttore di carenze di calcio

 

Un ottimo correttore di calcio, da usare come fertilizzante per la marijuana, è quello fatto in casa a base di gusci d’uovo. Questo tipo di fertilizzante viene usato per fornire calcio extra alla nostra pianta di marijuana.

 

Si prepara mediante macinatura in un mortaio di sei/otto gusci d’uova, che vengono poi messi a macerare in un litro e mezzo d’acqua con alcune gocce di acido cloridrico (Salfuman), per circa 24 ore. Una volta pronto, misurate il pH del brodo risultante, che dovrebbe rimanere intorno a 5.0.

 

Trascorso questo tempo, i gusci rimanenti vanno rimossi e il brodo risultante andrà filtrato.

 

Ed ecco pronto il nostro fertilizzante ricco di calcio per la nostra marijuana.

La carenza di calcio non è molto comune nella coltivazione della marijuana, in quanto esso è un componente molto comune nell’acqua di irrigazione, non distillata o osmotizzata. Ma tenete comunque ben presente che la pianta di marijuana richiede quasi tanto calcio quanto azoto, ed è per questo che molte marche commerciali di fertilizzanti per idroponica lo incorporano nelle loro formule

 

Mescolate il brodo di brodo risultante con qualche fertilizzante ricco in azoto per la fase di crescita, o fosforo e potassio per la fase di fioritura, anche se è possibile utilizzarlo direttamente come correttore di calcio purché si tenga conto del pH.

 

Regolate il pH se risultasse ancora troppo acido; ricordate che i valori di pH appropriati sono di 5,5 per la fase di crescita e 6,0-6,5 per la fioritura. Il lavaggio finale delle radici si effettua a pH neutro 7,0.

 

 

Feci di animali

 

Feci animali, uno dei fertilizzanti universali per la marijuana
Feci animali, uno dei fertilizzanti universali per la marijuana

 

 

Fertilizzante a ciclo completo

 

Anche se può non sembrare troppo piacevole, le feci animali sono uno dei fertilizzanti più popolari per la marijuana. Sono un fertilizzante organico di alta qualità. Per utilizzare correttamente questo tipo di fertilizzante per piante coltivate in casa, è necessario raccogliere le feci già secche di vari animali (ovini, capre, cavalli, conigli, vacche…).

 

Prima di utilizzare questo tipo di fertilizzante è necessario compostarlo per due o più mesi, prima di aggiungerlo al substrato del vostro giardino, in quanto il processo di compostaggio uccide i semi delle erbacce e trasforma le sostanze nutritive in forme molto più assimilabili da parte della pianta. Si tratta di un fertilizzante abbastanza completo per la marijuana in termini di apporto di macronutrienti e oligoelementi, uno dei fertilizzanti per piante di uso generale per l’intero ciclo vegetativo della cannabis..

 

 

Tè di Lenticchie o di Fagioli

 

Tè di Lenticchie o di Fagioli, stimolanti radicali ricchi di auxine
Tè di Lenticchie o di Fagioli, stimolanti radicali ricchi di auxine

 

 

Stimolanti radicali ricchi di auxine

 

Le auxine rappresentano un gruppo molto importante di fitormoni che regolano la crescita delle piante e il fototropismo (movimento delle foglie e dei fusti in cerca della luce) e fanno crescere verticalmente i rami per l’allungamento delle cellule vegetali.

 

Le auxine sono state tradizionalmente utilizzate in gel per lo sviluppo radicale di talee e piantine, come nel caso del Clonex, uno dei prodotti più noti nel mondo marijuana, che sebbene sia vero funzionino molto bene in forma sintetica, possiamo anche trovare in brodi di coltura formati da prodotti biologici come le alghe o dei tè a base di semi ricchi di auxine, come nel caso di alcune specie di legumi e verdure

 

I tè realizzati con questi prodotti naturali sono semplici da fare, perché si basano semplicemente sul fatto di lasciare le verdure in acqua per un giorno, fino a quando non sono completamente idratate. Possiamo anche scaldare un po’ l’acqua in cui sono immersi per aiutare l’estrazione dei composti nutrienti, poi la si frulla e la pasta risultante viene colata. L’acqua (o brodo) finale, contiene l’estratto nutriente ricco di auxine, pronto all’uso per lo sviluppo radicale delle talee.

 

Un altro fertilizzante eco-friendly per cannabis fatto in casa e sempre a portata di mano!💪🤗👏

 

Speriamo che questo articolo vi sia piaciuto.

Non esitate a condividere con noi le vostre esperienze o i dubbi…. lo sapete, se avete domande tecniche non esitate a contattarci…… siamo qui per aiutarvi!🤗👏

Ci vediamo al nostro prossimo post. 😜

Allora a presto!

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 18 Media: 4]
Ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social network!
Alan Martínez Benito
Alan Martínez Benito
CEO di Pev Grow, coltivatore esperto con più di 20 anni di esperienza. Continua a battersi senza sosta per la regolamentazione del settore della cannabis, particolarmente in campo medico.
Vedi altri post
Partecipa alla discussione: 33

Lascia un commento

  1. Avatar for Weedpass

    Ciao siamo al 24 di gennaio la mia piantina ha 11 g ho l’impressione che si stia bloccando la sua crescita l’ho travasata ieri in un vaso ,prima era in un bicchiere,fino a quando è stata nel bicchiere gli fornivo 16 ore di luce 8 di buio,ora per via di alcuni problemi sta prendendo solo luce solare,la temperatura si aggira tra i 14 gradi di giorno e i 6 di notte, la notte la metto dentro casa per via del freddo, e di giorno sul davanzale della finestra per prendere sole ,sto usando solo acqua , c’è qualcosa che potrei fare per aiutarla a crescere ?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao Marco,
      Da quello che mi dici, potrebbe non ricevere abbastanza luce.
      Inoltre, la temperatura sembra troppo fredda per la sua crescita.
      Se a questo si aggiunge il trapianto, probabilmente non è molto comodo.

      Saluti

  2. Avatar for RICHARD REICHAST

    Ciao , sto entrando nella 4 settimana le piante anno un buon risultato crescono sempre di più , però o paura di fertillizarle con le bucce di frutta ecc per via dei funghi o della muffa pk mi è successo in passato cosa mi consigli per fertilizzare bene fino a fase di fioritura , e ogni quando fertilizzare

  3. Avatar for Tony Angrisano

    Io sono nella fase di fioritura delle mie piante e vedo poche gemme, come posso risolvere ? Cosa mi consigliate ?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao Tony,
      Non c’è molto che si possa fare ora nella fioritura. Vi consiglio di dare un’occhiata a LST tecniche per il vostro prossimo raccolto

      Saluti

  4. Ciao! dopo un mese e due gg la prima piantina messa è ancora solo 5 cm, in teoria le autofiorenti dovrebbero star su non più di due mesi, che mi consigli? ho già preparato l’acqua con i fondi di caffè e proverò con quella. Posso fare altro? E per evitare che le altre (piantate circa due/tre settimane dopo) non mi facciano lo stesso lavoro?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Salve,
      È molto strano che non sia cresciuto di più. Ditemi quali sono state le condizioni di crescita e vi consiglieremo.

      Saluti

  5. Avatar for Samuele

    Ciao io ho messo direttamente il fondo di caffè un cucchiaino dentro un guscio d’uovo ho messo la terra sopra e i semi germogliati va bene oppure no? Grazie

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao!
      È perfetto, sono sicuro che ha una grande fase vegetativa.

      Saluti

  6. Avatar for Daniele

    Ciao, io volevo chiedervi, quanto tempo dura il fertilizzante una volta preparato.

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Salve,
      Consiglio di tenerli da 1 a 2 settimane al massimo.

      Saluti

      • Avatar for Andrea Incalcaterra

        Ciao, io ho messo la polvere di caffè sul substrato mischiandolo un po’ con la terra, na ogni quanto lo devo mettere?

        • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

          Ciao!
          Si può usare una volta ogni due o tre annaffiature.

          Cordiali saluti

  7. Avatar for Michael

    Ciao ragazzi, sono nuovo nell’ambiente, è così importante controllare il ph dell’acqua?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Salve,
      È molto importante controllare il PH della pianta, può distruggere il vostro raccolto.

      Saluti

  8. Avatar for Matteo

    Questo è il metodo corretto e paesano di coltivare ganja pregiata io faccio cosi

  9. Avatar for Facciabuco

    Scusa, ma potrei mettere 3 gusci d’uovo frantumati assieme a 3 cucchiai di cenere di legna a macerare 24 ore dentro a 1/2lt di the di banane? La mia piantina ha iniziato ora la fase di fioritura e penso di avere una carenza di calcio…
    Se si, il PH della soluzione dovrebbe stare sui 6.3?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao!
      Sì, dovresti controllare il pH e assicurarti che sia circa 6,3/6,4.

      Saluti, spero che vi riprendiate

      • Avatar for Mattia

        Ogni quando devo fertilizzare con il mio fertilizzante estratto dalle lenticchie ? Cioè le auxine ogni quando devo metterlo ??

        • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

          Ciao Mattia,
          Raccomandiamo un’annaffiatura sì e una no.

          Cordiali saluti

  10. Avatar for Robertodebustis15@gmail.com

    Buonasera potrei sapere una volta che annaffio la mia pianta di te’di banana dopo quando tempo la devo dare il te’di nuovo

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao!
      Si può dare un’innaffiatura se un’innaffiatura non

      Saluti

  11. Avatar for Daniele

    Per quanto riguarda il fertilizzante per il ciclo completo di fioritura, come posso farlo con il miele? Lo preferisco perché faccio apicoltura. Grazie

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao!
      Ecco la parte dell’articolo in cui lo riportiamo:

      Un buon modo per preparare questo tè fertilizzante ricco di potassio è far bollire 3 bucce di banana in un litro d’acqua, aggiungendo un po’ di zucchero. Una volta che la miscela è fredda, rimuovete le bucce di banana e usate il liquido che ne risulta per innaffiare la nostra marijuana..

  12. Avatar for Stefano

    Ma il té di banane va diluito o si usa così puro

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao Stefano,
      Bisogna diluirlo in 2 litri d’acqua.

      I migliori saluti!

  13. Avatar for Sharon Gattuso

    Quindi secondo te cosa mi consiglieresti lho appena messa giù?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Ciao, Sharon,
      Tutto dipende dal motivo per cui si vuole il fertilizzante, dipende dal risultato che si sta cercando.

      Saluti

  14. Avatar for benny

    salve, posso sapere in quake a
    quantità e quanto spesso si può usare il te di banana in l’outdoor?

    • Avatar for Juanma de PEVGrow.com

      Salve Benny,
      Come accennato nell’articolo per fare il tè è necessario far bollire 3 bucce di banana in un litro d’acqua e poi aggiungere lo zucchero, questo liquido viene utilizzato durante la fase di fioritura.
      Si può usare in un’annaffiatura sì in un’altra no.

      • Avatar for Manuel

        Ciao
        C’è un modo per aumentare il THC della pianta?

    • Avatar for Lorenzo

      Ciao fratello!! I concimi organici possono essere utilizzati tranquillamente, per cui se sei in outdoor caro amico, ti invito a non buttare le bucce dopo la cottura, ma non i tenerle a parte, mettile sotto un paio di cm di terra sparsi per la radicazione della tua pianta, ricoprì il tutto e avrai una bella scorta di azoto non che di fosforo e potassio, poiché la proliferazione dei lombrichi e altri insetti, funghi benefici e micorrize creatasi sotto il terreno dagli scarti della banana, ha reso tutto questo possibile. 🌞 Abbiamo tutta la natura a nostra disposizione amico, non lasciamo che tutto quanto sprofondi nel consumismo e nella chimica. ☮️

Skip to content