I migliori substrati per la coltivazione della cannabis in terra.

560
SHARES
Tempo di lettura 8 minuti

 

 

Vari substrati circondano un quadrato simulando vari tipi di piantagioni
Vari substrati circondano un quadrato simulando vari tipi di piantagioni

 

In questo articolo, esploreremo i migliori terreni per coltivare erba indoor e outdoor, in vaso o direttamente nel suolo, opzioni ottimali per assicurare una crescita sana e vigorosa delle vostre piante di cannabis, affrontando dai tipi di terra e marchi fino a consigli specifici per la coltivazione indoor e outdoor. In un altro articolo di questo blog abbiamo visto cos’è il Super Soil come potete vedere qui, ma oggi vedremo tutti i substrati ideali per marijuana. Prendete posto e mettetevi comodi che iniziamo subito.

 

 

Tipi di Terra e Marche per la Coltivazione della Marijuana

 

 

Prima di tutto, è cruciale capire che la qualità del suolo può fare la differenza nel risultato finale della vostra coltivazione. Qui esploreremo le migliori opzioni di terra per la coltivazione della cannabis, evidenziando i loro benefici e caratteristiche uniche.

 

Terra per Vasi

Ideale per Piante di Marijuana indoor: La terra per vasi è un’ottima opzione per coloro che coltivano indoor. È progettata per fornire un equilibrio ideale tra drenaggio e ritenzione dell’umidità, fattori chiave per una crescita sana delle piante di cannabis. La maggior parte dei marchi specifici di grow shop producono terra speciale per la coltivazione di marijuana in vasi, pronta all’uso e senza bisogno di aggiungere altro.

Vantaggi: Questa terra facilita l’aerazione, essenziale per lo sviluppo rapido delle radici, cruciale per ottenere i migliori risultati sia indoor che all’aperto. Inoltre, la sua composizione previene la compattazione, permettendo un miglior sviluppo del sistema radicale della pianta. Per la coltivazione in vasi si raccomanda di mettere uno strato di palle di argilla espansa o fibra di cocco per migliorare il drenaggio.

 

Terra Organica

Crescita Naturale e Sostenibile: Alla ricerca del miglior suolo per coltivare cannabis, la terra organica spicca come un’opzione preferita. Questa terra è composta da materiali naturali, come compost, guano e humus, che arricchiscono il terreno con nutrienti essenziali.

Benefici per la Cannabis: La terra organica supporta la crescita sana delle piante di cannabis, migliorando la struttura del suolo e aumentando la sua capacità di trattenere nutrienti e acqua. Inoltre, promuove l’attività biologica del suolo, risultando in una coltivazione più robusta e resistente.

Super Soil

Nutrienti Specifici per Cannabis: La terra Super Soil è una miscela di terra che è stata arricchita con tutti i nutrienti che le piante di cannabis necessitano per il loro ciclo di vita completo. Questo elimina la necessità di fertilizzanti aggiuntivi, semplificando il processo di coltivazione.

Come Funziona: Questo tipo di terra funziona creando un ecosistema nel suolo che imita le condizioni naturali di crescita della marijuana. Contiene ingredienti come farina di ossa, microvida, compost, guano di pipistrello e altri elementi organici che rilasciano lentamente nutrienti man mano che la pianta ne ha bisogno.

 

 

Marche Evidenziate in Terre per la Coltivazione della Marijuana

 

Alla selezione del terreno adeguato per la vostra coltivazione di cannabis, è fondamentale considerare non solo il tipo di suolo, ma anche la marca. Ogni marca offre caratteristiche uniche che possono influenzare significativamente la crescita e lo sviluppo delle vostre piante. Qui di seguito, esploriamo alcune delle marche più riconosciute del settore.

 

Canna

Riconoscimento nel Mercato: Canna è un marchio pioniere nell’ambito della coltivazione di cannabis ed è molto rispettato dai coltivatori esperti. I loro suoli sono specificamente progettati per la coltivazione di marijuana, assicurando un equilibrio adeguato di nutrienti.

Prodotti Stella: Canna offre una gamma di suoli molto completa, dalle opzioni organiche come Bio Terra Plus fino a miscele più controllate come Canna Terra Professionale Plus per massimizzare il rendimento delle piante.

 

Biobizz

Opzione Organica: Biobizz si distingue per i suoi prodotti completamente organici, ideali per coloro che cercano terra organica per piante di marijuana. Le loro terre promuovono una crescita naturale e sono amichevoli con l’ambiente.

Varietà di Prodotti: Offrono terre base come Light Mix fino a miscele arricchite con nutrienti naturali come il famoso All Mix di Biobizz, adatte a ogni tipo di coltivatore.

 

Top Crop

Qualità e Rendimento: Top Crop è conosciuta per i suoi suoli di alta qualità che migliorano il rendimento e la salute delle piante di marijuana. I loro prodotti sono arricchiti con microorganismi benefici che favoriscono lo sviluppo radicale e l’assorbimento dei nutrienti.

Specializzazione in Cannabis: I loro suoli sono formulati appositamente per la coltivazione di cannabis, rispondendo alle esigenze specifiche di questa pianta. Potete scegliere tra Complete Mix, o il potente Heavy Mix che viene con più nutrimento

 

Plagron

Versatilità: Plagron offre una vasta gamma di suoli, dalle opzioni per principianti fino a miscele professionali. La loro versatilità li rende una scelta popolare tra i coltivatori di cannabis che cercano un equilibrio tra qualità e buon prezzo.

Innovazione nei Prodotti: Continuamente sviluppano nuove miscele per migliorare la salute e il rendimento delle piante di cannabis. Come altre marche cannabiche, questa compagnia offre un terreno molto areato come Light Mix di Plagron, e un altro con più nutrienti chiamato All Mix.

 

Cannabiogen

Enfasi sulla Qualità: Cannabiogen è riconosciuta per il suo impegno nella qualità e nell’innovazione, qualcosa che hanno dimostrato con i loro semi e con il famoso fertilizzante Delta 9. I loro suoli sono progettati per massimizzare il potenziale genetico delle piante di cannabis.

Prodotti Specifici: Offrono suoli specifici per la coltivazione di autofiorenti in terra, come nel caso di AutoMix 2.0, che dal nostro punto di vista è il miglior substrato per piante a fioritura automatica. Se preferite substrati già preparati di questa marca, Janeco Light Mix offre un rapporto qualità/prezzo insuperabile.

 

Atami

Tecnologia e Scienza: Atami combina scienza e tecnologia per produrre suoli che garantiscono una crescita ottimale della marijuana. Il loro approccio è nella creazione di un ambiente equilibrato che favorisca lo sviluppo sano delle piante.

Varietà per Tutti i Coltivatori: Dall’hobbyista al professionista, Atami ha opzioni di suolo per tutti i livelli di esperienza. Kilomix è una specie di Super Soil, un emendante organico che serve per arricchire qualsiasi substrato.

 

Monkey Soil

Innovazione e Sostenibilità: Monkey Soil si sta facendo un nome nel mercato per il suo approccio innovativo e sostenibile. I loro suoli sono progettati per essere amichevoli con l’ambiente, fornendo allo stesso tempo tutti i nutrienti necessari per la coltivazione della cannabis. Attualmente è la marca del settore che ha un maggiore catalogo di terre speciali per la coltivazione della cannabis.

Qualità Garantita: Con un controllo di qualità rigoroso, garantiscono suoli consistenti e ad alto rendimento. Mettiamo in evidenza il loro formato da 80 litri Big Monkey e la loro originale formula Holland Mix, così come altri prodotti che vedremo più avanti.

 

 

 
Scarica il dizionario gratuito della marijuana
Scaricare gratuitamente Dizionario della cannabis Edizione 2023
Inserisci un indirizzo e-mail corretto
Devi accettare l'informativa sulla privacy
SITO DI NEGOZI ONLINE S.R.L con CIF: B98262777 e indirizzo per le notifiche in C/ VEREDA MAS DE TOUS Nº 22 LOCAL C, 46185 LA POBLA DE VALLBONA, VALENCIA, Telefono: 961658271 Email: customer(at)pevgrow.com
Per conto della Società di Consulenza trattiamo i dati da Lei forniti al fine di fornire il servizio richiesto, eseguire la fatturazione dello stesso. I dati forniti saranno conservati per tutto il tempo in cui sarà mantenuto il rapporto commerciale o per gli anni necessari a soddisfare gli obblighi di legge. I dati non saranno ceduti a terzi, salvo nei casi in cui vi sia un obbligo di legge. L'utente ha il diritto di ottenere la conferma che SITE OF SHOPS ONLINE S.R.L. stia trattando i suoi dati personali e pertanto ha il diritto di accedere ai suoi dati personali, di rettificare eventuali dati inesatti o di richiederne la cancellazione quando i dati non sono più necessari.
 

Coltivazione Specifica (Indoor/Outdoor)

 

Il successo nella coltivazione della marijuana, sia indoor che outdoor, dipende in gran parte dalla scelta adeguata del suolo. Questa sezione si concentra sulle differenze chiave e le esigenze specifiche di ciascun ambiente di coltivazione, affrontando i migliori terreni per coltivazioni indoor di erba, e i migliori substrati per coltivare outdoor.

 

Coltivazione Indoor

Controllo di Nutrienti e Umidità: In ambienti interni, dove il controllo dell’ambiente è cruciale, scegliere il miglior terreno è fondamentale. I terreni per la coltivazione indoor sono solitamente progettati per fornire un controllo più preciso sui nutrienti e l’umidità, essenziali per la crescita della pianta in condizioni controllate. È il caso di Monkey Ecosoil Indoor, che contiene giusto il necessario per promuovere lo sviluppo più sano e vigoroso in coltivazione indoor.

Benefici di Terreni Specifici: Alcune miscele di terra specifiche per interni sono arricchite con micorrize e altri additivi che favoriscono la crescita delle radici e l’assorbimento efficiente dei nutrienti, fattori cruciali nello spazio limitato di una coltivazione indoor.

 

Coltivazione Outdoor

Complementando Condizioni Naturali: All’aperto, il terreno deve complementare e adattarsi alle condizioni naturali. Cercare il miglior substrato per coltivare all’aperto o in serre esterne vi porterà a suoli che offrono una maggiore resistenza alle variazioni climatiche e alle condizioni ambientali in cambiamento. Se cercate qualcosa del genere, Monkey Ecosoil Outdoor è la soluzione che avete bisogno per raccogliere la migliore qualità di erba in esterno.

Adattabilità e Resistenza: I terreni per la coltivazione esterna di solito hanno una maggiore densità e capacità di trattenere l’acqua, il che è vitale in climi più caldi o in aree con meno pioggia. Inoltre, questi terreni sono pronti a sopportare fluttuazioni nella temperatura e umidità, fornendo un ambiente stabile per le piante di cannabis.

 

 

PH e Nutrienti

 

Importanza del PH: L’intervallo ideale di pH per la marijuana è tra 6.0 e 7.0 per assicurare l’assorbimento ottimale dei nutrienti. Se il PH è più acido o più alcalino di questi parametri, le piante possono avere difficoltà ad assimilare i nutrienti disponibili.

Nutrienti Chiave: Azoto, fosforo e potassio sono essenziali per la crescita sana della marijuana. Elementi intermedi come il calcio, il magnesio o lo zolfo vengono molto bene per evitare carenze, e microelementi come il ferro, zinco, manganese o boro daranno un extra di energia alle piante.

 

Uso Specifico e Preparazione

 

La preparazione adeguata del suolo è fondamentale per una coltivazione di successo della marijuana. Questo processo non implica soltanto selezionare il terreno adatto per coltivare l’erba, ma anche arricchirlo e adattarlo per soddisfare le necessità specifiche delle piante in ogni stadio del loro sviluppo.

 

Preparazione del Terreno

Arricchimento con Compost: Il compost è un eccellente additivo per migliorare la qualità di qualsiasi suolo, fornendo nutrienti organici essenziali. Incorporare compost può aiutare a migliorare la struttura del suolo, aumentando la sua fertilità e promuovendo un ambiente salubre per le radici delle piante.

Regolazione della Tessitura per il Drenaggio: Un buon drenaggio è chiave per prevenire problemi come il ristagno d’acqua alle radici. Aggiungere componenti come perlite o sabbia può migliorare la tessitura del suolo, assicurando un adeguato drenaggio e prevenendo la compattazione del terreno.

 

Miscele Consigliate

Uso di Torba, Perlite e Vermiculite: La combinazione di torba, perlite e vermiculite è ideale per creare una miscela di terreno aerata e leggera, il che è particolarmente importante per migliorare la composizione e la tessitura. La torba aiuta a trattenere l’umidità, mentre la perlite e la vermiculite migliorano l’aerazione e il drenaggio, creando un ambiente ideale per la crescita delle radici.

Proporzioni Adeguate per Ogni Stadio: Le proporzioni di questi componenti possono variare a seconda dello stadio di crescita delle piante. Per esempio, per piante giovani o in fase di germinazione, una miscela più leggera può essere più vantaggiosa, mentre per piante in fase di fioritura, può essere richiesto un suolo con maggiore capacità di ritenzione dei nutrienti.

 

 

Conclusione

Scegliere il terreno adeguato è un passo fondamentale nella coltivazione di successo della marijuana. Considerando i tipi di terreno, marche, pH, nutrienti e tecniche di preparazione appropriate, puoi assicurare un ambiente ottimale per le tue piante di cannabis.

 

 

FAQs

 

Qual è il tipo di terreno migliore per la coltivazione indoor?

Una miscela leggera e aerata, ricca di nutrienti organici, è ideale per la coltivazione indoor.

 

Posso usare lo stesso terreno per diverse fasi della coltivazione?

Sì, se è di una marca specifica del settore cannabico non avrai problemi nell’utilizzare lo stesso terreno per tutto il ciclo.

 

Qual è il miglior terreno per coltivare marijuana in generale?

Il miglior terreno per coltivare marijuana è quello che offre un buon drenaggio, adeguata aerazione e un equilibrio corretto di nutrienti. Le miscele di terreno organico, i terreni specifici per marijuana come il “super soil” e prodotti di marche riconosciute come Fox Farm o Mother Earth sono ottime opzioni.

 

Posso usare qualsiasi terreno per la marijuana?

Non è consigliabile usare qualsiasi terreno. Per ottenere i migliori risultati, si dovrebbe utilizzare terreno progettato per la coltivazione della cannabis, che abbia il giusto equilibrio di pH, nutrienti e una struttura che permetta un buon drenaggio e aerazione.

 

Quanta terra mi serve per una pianta di marijuana?

La quantità di terra necessaria dipende dalla dimensione della pianta e del vaso. Una tipica pianta di marijuana indoor può richiedere tra i 7 e i 20 litri di terra. Per piante più grandi o per la coltivazione outdoor si raccomanda di usare più di 40 litri per vaso.

 

Come fare un buon terreno per la marijuana?

Per fare un buon terreno per la marijuana, mescola parti uguali di torba, perlite e compost organico. Regola il pH in un intervallo di 6.0 a 7.0. Puoi anche aggiungere vermiculite per migliorare l’aerazione e la ritenzione dell’umidità.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social network!
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
Vedi altri post
Partecipa alla discussione

Leave a Comment