Come fare i cioccolatini alla marijuana

Tempo di lettura 4 minuti

 

Cioccolatini alla marijuana
Cioccolatini alla marijuana

 

Sapevi che secondo uno studio condotto da una famosa marca di cioccolatini e dolci in generale, 6 famiglie spagnole su 10 hanno acquistato cioccolatini nell’ultimo anno? Se non ti va di comprarli, ma vuoi mangiarli in un modo diverso e molto divertente, ti invito a provare la ricetta dei cioccolatini alla marijuana che ti do oggi.

“La vita è uguale ad una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita”. Questa è una delle battute più note del film premio Oscar “Forrest Gump”, con Tom Hanks, Robin Wright e Gary Sinise.

Ho appena finito di rivederlo e mi ha dato lo spunto per l’articolo di oggi: fare i cioccolatini. Però non cioccolatini qualsiasi, ma bensì dei cioccolatini alla marijuana. Perché? Così riesco a combinare due delle mie grandi passioni: la cucina e la cannabis.

Ti va di provare a farli anche tu? Sì? Allora andiamo ! Ma prima, lascia che ti accenni un pò alla storia del cioccolato. Non che sia una cosa imprescindibile da sapere, ma certamente ti aiuterà a fare una gran bella figura con i tuoi amici, mentre ti godi i tuoi cioccolatini alla cannabis.

 

 

🧐 Breve storia del cioccolato

 

Per conoscerla, dobbiamo tornare alla Francia del XVIII secolo, quando il paese era governato da Luigi XIV. Fu inconsapevolmente proprio lui, infatti, a battezzare uno dei prodotti più comuni e consumati al mondo con il loro nome attuale: cioccolatini (all’epoca, però non erano alla cannabis).

 

Come è la storia? Molto più semplice di quanto non si possa immaginare. Il suo pasticcere di fiducia gli diede da assaggiare di un pò di frutta immersa nel cioccolato. Una volta mangiati, esclamò “Bon, bon!” (che in francese significa “buono, buono”), ma il cuoco e la sua corte rimasero impressionati da quella reazione così positiva che, da quel momento, qualsiasi cosa fosse ricoperta di cioccolato sarebbe stata chiamata “bonbon”. La cosa divertente è che in Francia i “bonbon” sono le caramelle, mentre le caramelle vengono chiamate “cioccolatini” o “praline“.

 

Tuttavia non sarebbe stato prima del 20° secolo, quando iniziarono ad essere venduti nel mercato statunitense, che avrebbero iniziato a diventare popolari. Fu anche quando artigiani provenienti da paesi strettamente legati alla tradizione del cioccolato quali Svizzera, Italia, Belgio o Francia iniziarono a realizzare le proprie creazioni.

Oggi esistono cioccolatini con praticamente qualsiasi tipo di ripieno. La maggior parte sono dolci, ma ce ne sono anche di salati e persino di piccanti, come quelli di un noto marchio inglese. Si realizzano persino cioccolatini alla marijuana e da oggi in poi sarai in grado di farli anche tu.

Consigliamo di decarbossilare la cannabis prima della cottura, poiché sebbene durante il processo di preparazione della ricetta la marijuana possa decarbossilarsi, se facciamo tale operazione precedentemente, ci assicureremo che la decarbossilazione sia eseguita correttamente. Se vuoi sapere come si fa, clicca su questo link: Come decarbossilare la marijuana?

 

 

🎯 Ricetta facile per i cioccolatini alla marijuana

 

Come fare i cioccolatini alla marijuana? La ricetta è molto simile a quella dei tartufi di cui vi ho già parlato in un’altro articolo. Avrai solo bisogno di:

 

120 ml di latte intero
50 gr. di burro di cannabis
30 grammi di zucchero
1 tavoletta di cioccolato fondente da sciogliere (o se preferisci, 100 grammi di cacao in polvere)
Oltre a questi ingredienti, non dimenticate lo stampo per fare i cioccolatini. Puoi dar loro la forma che ti piace di più; Ci sono anche quelli a forma di foglia di marijuana. Un vero spasso se riesci a farli in questi stampi.

 

Ingredienti per la ricetta di cioccolatini alla marijuana
Ingredienti per la ricetta di cioccolatini alla marijuana

 

Allora, i passi da seguire sono questi:

Fase 1: sciogliere il cioccolato (a meno che non si sia optato per il cacao in polvere). Il modo migliore per farlo è a bagnomaria; sai: metti il ​​cioccolato in un contenitore resistente al fuoco (come una teglia di vetro o un tupper sempre di questo materiale, che resiste bene al calore e alle alte temperature) e posizionalo su una casseruola che avrai riempito per metà con acqua. Mettere a scaldare e vedrete come, a poco a poco, le barrette di cioccolato si scioglieranno.

SUGGERIMENTO: Giratelo spesso, in modo che non si attacchi al fondo, ma se vedete che nonostante tutto ciò accade, abbassate un pò la fiamma.

 

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria

 

Fase 2: aggiungere il cioccolato fuso in una nuova casseruola e incorporare gradualmente il latte, in modo che si leghi al resto poco a poco.

 

Incorporate il latte
Incorporate il latte

 

 

Fase 3: Successivamente, aggiungere il burro di cannabis e lo zucchero e fai lo stesso processo di incorporazione lenta degli ingredienti. Dovresti ottenere un impasto liquido.

 

Aggiungi burro di cannabis e zucchero
Aggiungi burro di cannabis e zucchero

 

Fase 4: riempire gli stampi con la quantità di cioccolato che ci sta. Fare attenzione che non debordi dai bordi degli stampi. Metti in frigorifero, impiegheranno circa 24 ore per assumere la forma finale di cioccolatino vero e proprio.

 

Versa negli stampi e metti in frigorifero
Versa negli stampi e metti in frigorifero

 

Queste sono le 4 fasi fondamentali. Come vedi sono semplicissimi da realizzare. Ovviamente puoi aggiungere ciò che vuoi. Ci sono persone a cui, ad esempio, piace riempire il proprio cioccolatino di pezzi di frutta candita. Altri a cui piace aggiungere del liquore, come il Brandy. Ma ci sono anche persone a cui piace aggiungere noci tritate.

Proprio quest’ultimo ingrediente può essere aggiunto anche al cioccolato fuso, ma anche alla copertura di cioccolato. E a proposito di condimenti, ad esempio, a me piace molto spolverarci sopra un pò di cacao o zucchero a velo, una volta pronti, ovvero prima di servirli. Anche un velo di tè macha va benissimo! In questo caso, se li hai fatti con stampi a forma di foglia di cannabis, avranno anche un aspetto super invitante.

 

 

⛳ Conclusioni

 

In sintesi: fare i cioccolatini alla cannabis è davvero facile. Hai solo bisogno di 4 ingredienti di base (burro alla marijuana, latte, zucchero e cioccolato) e un minimo di 24 ore. Non devi nemmeno essere un cuoco esperto! Certo, è necessaria un pò di pazienza, perchè devi aspettare per mangiarli, ma ne varrà la pena.

Prima di finire, vorrei che teniate presente che consumare la cannabis per via alimentare non ha nulla a che vedere con il fumarla; l’effetto può manifestarsi dopo una / due ore dopo l’assunzione. Quindi non abbiate fretta che facciano effetto, e soprattutto, è meglio che non ne mangiate molti. Ricordate sempre che è molto meglio fare un buon viaggio e divertirsi, piuttosto che far finire male un’occasione incontro con amici o familiari. E, naturalmente, non dimenticare di avvertire le persone che stanno consumando cioccolatini alla marijuana.

Ora sono curiosa di sapere se li avevate mai preparati prima d’ora, se avete già testato altre ricette o se avete qualche suggerimento da condividere con tutti noi. Attendo i vostri commenti! E a proposito di condivisione, se questo articolo vi è piaciuto, vi va di condividerlo sui social? Ci farete un grandissimo favores!

[Voti: 0   Media: 0/5]
Noelia Jiménez
Noelia Jiménez
Adoro cucinare e scrivere di marijuana. Un giorno ho iniziato a fare il burro di marijuana e da allora non ho più smesso di creare le ricette più svariate che si possano immaginare.
See more posts

Lascia un commento