Fase di crescita vegetativa della cannabis, tutto quello che c’è da sapere

560
SHARES
Tempo di lettura 17 minuti
Imagen con una plantula de marihuana en diferentes etapas de crecimiento vegetativo
Immagine con una piantina di marijuana in diversi stadi di crescita vegetativa

 

Le piante di marijuana attraversano diverse fasi o fasi nel corso della loro vita, germinazione, crescita vegetativa, fioritura e maturazione. Tutte le fasi sono ugualmente importanti, e diamo sempre più importanza alla fase di fioritura che al resto, ma non potrai mai ottenere grandi cime se le piante non arrivano sane e forti fino alla fase di ingrasso. Per questo motivo abbiamo pensato che potrebbe essere un’ottima idea per te avere questo articolo a portata di mano, in cui esamineremo a fondo la fase di crescita vegetativa della pianta di cannabis, quindi eccoci qui…

 

 

 

⚠️ Qual è lo stato vegetativo della marijuana?

 
Unisciti alla famiglia della cannabis Pevgrow nel nostro: E non lasciate che vi chiedano cosa fare con la vostra crescita. Chiedi alla comunità Pevgrow 👍!

 

È lo stato in cui le piante sviluppano foglie, steli, rami e nuovi germogli ma non producono ancora fiori o boccioli. È la fase di crescita delle piante di marijuana, la fase tra la germinazione dei semi e la fase di fioritura. Quando vengono coltivate talee al posto dei semi, la crescita vegetativa inizia una volta che i rami hanno radicato e iniziano a creare materia vegetale.

 

 

🎬 Fasi di crescita della marijuana

 

Il processo di crescita della marijuana può essere suddiviso in 2 parti, la fase della piantina che può durare circa 1 settimana, e il tempo che intercorre dalla fine della fase della semina fino alla comparsa dei primi prefiori, che sarebbe la fase di vera crescita vegetativa di piante di marijuana.

La seconda parte della fase di crescita dura solitamente tra le 2 e le 6 settimane nella coltivazione indoor, e circa 2 mesi all’aperto, ma questo dipende dalla genetica delle piante, poiché bisogna tener conto del fatto che le sativa continuano a crescere molto durante la fioritura fase, ma indica non tanto.

 

 

👾 Prodotti per la crescita della marijuana

 

Entre todos los productos necesarios para el correcto crecimiento de las plantas de cannabis, los más importantes son los fertilizantes y fitosanitarios, pero hay otros que tienes que conocer para poder dar a tus niñas todo lo que necesitan.

 

  • Vaso: Prima di iniziare la coltivazione devi decidere se vuoi fare dei trapianti o al contrario piantare nel vaso finale. L’ideale è fare almeno un trapianto, poiché in questo modo si utilizza meglio il cibo del substrato, ma se non hai molta esperienza puoi fare l’intero raccolto nello stesso vaso
  • Substrato: Il substrato più diffuso è il terriccio, ma può essere coltivato anche in fibra di cocco, argilla espansa, perlite, oppure in sistemi idroponici o aeroponici. Se decidi di coltivare in terra, ti consiglio che provenga da un marchio specifico per la cannabis, Canna, Biobizz, Plagron, o quello che ti piace di più, ma idealmente dovrebbe provenire da un marchio noto nel settore.
  • Prodotti fitosanitari: tra i prodotti fitosanitari abbiamo insetticidi e fungicidi, e tra gli insetticidi ci sono anche acaricidi. È altamente consigliabile iniziare a utilizzare questi prodotti preventivamente dalla fase di crescita vegetativa delle piante di cannabis, perché per ottenere il miglior raccolto è fondamentale che le piante raggiungano la fase di fioritura prive di insetti e funghi. Una miscela di olio di neem e sapone di potassio può essere usata come insetticida e la propoli può essere usata come fungicida.

 

 

🎯 Concimi per la crescita della marijuana

 

I fertilizzanti meritano una sezione speciale, perché ci sono tanti formati, di tante marche, che vengono applicati in tempi diversi, e bisogna saperli usare correttamente. I fertilizzanti per la crescita della cannabis contengono NPK (azoto, fosforo e potassio) e microelementi, in particolare l’azoto, che è il nutriente che viene consumato in maggior quantità durante questa fase.

Tra i fertilizzanti commerciali per la crescita della marijuana, è necessario distinguere tra il fertilizzante di base, lo stimolatore della crescita e gli additivi. Alcuni marchi hanno un unico prodotto che contiene tutti i nutrienti minimi necessari per la corretta crescita delle piante, ma altri marchi offrono diversi prodotti che consigliano di combinare per ottenere i migliori risultati. Se viene coltivata con terreno come substrato, bisogna tener conto del cibo che contiene per decidere il momento e la quantità di fertilizzanti che diamo con l’irrigazione.

Un’altra opzione è il fertilizzante fatto in casa per la crescita della marijuana, che puoi fare da solo e risparmiare qualche euro, ma devi farlo e applicarlo bene per non causare problemi fungini, fertilizzazione eccessiva o altri problemi nutrizionali. Se vuoi vedere diverse ricette per creare il tuo fertilizzante naturale per la crescita della cannabis fatto in casa, ti consiglio di leggere questo articolo sul nostro blog.

 

 

🔥 Coltivare marijuana al chiuso

 

Quando coltiviamo indoor dobbiamo cercare di imitare la natura per fornire luce, aria, umidità, CO2 e acqua alle piante. Ognuno di questi fattori gioca un ruolo nella crescita complessiva e il tempo e la velocità di crescita della marijuana cambieranno a seconda della combinazione di questi elementi.

 

  • Luce: il fotoperiodo di crescita della cannabis indoor è di 18 ore di luce e 6 ore di buio ogni giorno. Si consiglia di utilizzare lo spettro di tonalità bianca o bluastra e il tipo di luce può essere LED a spettro completo, fluorescenti, alogenuri metallici o LEC, sebbene le nuove tecnologie siano attualmente in fase di test con risultati incoraggianti. La distanza del fuoco rispetto alle piante è determinata dalla temperatura, e l’ideale è posizionare un termometro o termoigrometro all’altezza delle parti più alte delle piante, e avvicinare il più possibile il fuoco il più a lungo possibile non superano i 25º C.
  • Aria: la ventilazione ha diverse funzioni in coltivazione, aerare l’ambiente, muovere le piante per rinforzare i loro fusti, evitare possibili sacche di umidità, migliorare la temperatura interna e rinnovare la CO2. La cosa più consigliabile è installare un sistema di ventilazione composto da un aspiratore che rimuove l’aria accumulata verso l’esterno, e un altro capovolto per immettere aria pulita dall’esterno nella coltura. Per calcolare l’estrazione bisogna moltiplicare i metri cubi della coltura per 60, e moltiplicare il risultato per 1,33, e questo perché la potenza degli estrattori è calcolata in M3/h. Una volta calcolata la potenza di estrazione, dobbiamo calcolare la presa d’aria, che deve essere la metà della potenza di estrazione. Oltre a questi estrattori, devi mettere dei ventilatori per rimuovere l’aria interna, mirati alle piante in modo che le muova un po’.
  • Umidità: Durante la fase di crescita vegetativa, le piante di cannabis necessitano di un ambiente umido, e in molti casi è necessario installare un umidificatore per aumentare l’umidità relativa. Durante la fase di germinazione dei semi l’umidità deve essere la più alta possibile, durante la prima settimana di crescita l’ideale è che oscilli tra l’80% e il 90%, e nelle 2 settimane successive della fase vegetativa si consiglia di è intorno al 70%, abbassandosi poco a poco in modo che sia circa il 50% prima del passaggio alla fioritura. Man mano che le piante crescono, hanno sempre più massa vegetale e, attraverso la traspirazione delle foglie, aumenta l’umidità relativa dell’ambiente.
  • CO2: Durante la fase vegetativa non è necessario aumentare i livelli di CO2 ed è sufficiente un buon ricambio d’aria. In fioritura si consiglia vivamente di installare un generatore di CO2 per massimizzare le prestazioni delle piante, soprattutto durante la fase di ingrasso.
  • Acqua: Si consiglia vivamente di annaffiare con acqua dolce, osmosi, distillata o del rubinetto purché esca con EC inferiore a 0,5. Se innaffi le tue piante con acqua dura, è normale che in un dato momento si manifestino carenze di nutrienti o altri problemi di alimentazione. Lavorare con acqua dolce consente di aggiungere più nutrienti all’irrigazione, cosa che in seguito si riflette in piante più sane e una maggiore produzione complessiva.

 

 

✅ Fase di crescita vegetativa della cannabis nella coltivazione indoor passo dopo passo

 

Bene, sappiamo già tutto ciò di cui le piante di marijuana hanno bisogno per ottenere una crescita sana e forte, quindi ora vedremo passo dopo passo lo sviluppo delle piante in una coltura indoor usando il terreno come substrato:

 

  • Giorno 1: Il primo giorno di crescita vegetativa può essere contato da quando le piante emergono dal substrato. All’inizio vedrai comparire 2 piccole foglie rotonde, sono i cotiledoni che mantengono le prime riserve di cibo. Si consiglia di annaffiare con stimolatore radicolare ma solo intorno allo stelo, lasciando asciutto il resto del substrato per non pregiudicare l’ossigenazione dell’apparato radicale. A patto di non bagnare l’intera superficie del terreno, la zona intorno al tronco può essere mantenuta umida, ma dal momento in cui si bagna l’intera superficie è importante rispettare il ciclo secco tra un’annaffiatura e l’altra.
Primer día de crecimiento vegetativo se puede contar desde que las plantas brotan del sustrato
Il primo giorno di crescita vegetativa può essere contato dal momento in cui le piante spuntano dal substrato.
  • Giorno 2:  Il giorno 2 non si vede quasi alcuno sviluppo rispetto al giorno 1, il tronco sarà cresciuto in altezza ma non in spessore, e la crescita maggiore sarà sotterranea, con le radici che colonizzano il substrato a piena velocità anche se non lo facciamo Guardalo. Continuiamo ad annaffiare con stimolatore radicale ma bagnando un po’ di più la superficie attorno al tronco delle piante.
El tronco ha crecido en altura pero no en grosor
Continuiamo a irrigare con lo stimolatore di radici..
  • Giorno 3: Se vedete che le piante spuntano (il tronco cresce troppo in alto) potrebbe essere un segno che il fuoco è troppo lontano, e sarà necessario considerare di avvicinarlo, ma tenendo sempre conto della temperatura. Ora è una buona idea mettere un ventaglio rivolto verso le piante in modo che quando si muovono rafforzino i loro tronchi. Continuiamo ad annaffiare lo stesso, intorno al tronco ma un po’ di più rispetto ai giorni precedenti. Se vuoi vedere il modo migliore per irrigare la cannabis, dai un’occhiata a questo articolo sul nostro blog.
Poner un ventilador apuntando a las plantas
Mettete un ventilatore davanti alle piante.
  • Giorno 4: I cotiledoni continuano a crescere, il tronco comincia ad ispessirsi ea poco a poco iniziano a prendere la forma di piante. Se l’area del substrato che stiamo annaffiando è ancora bagnata, puoi risparmiare l’irrigazione di oggi, ma come dicevo prima, finché il perimetro della superficie del substrato rimane asciutto, l’area attorno al tronco può rimanere bagnat.
Poco a poco empiezan a tomar forma de plantas
A poco a poco iniziano a prendere forma come piante
  • Giorno 5: I cotiledoni non crescono più, ma ora vediamo che ne esce un nuovo germoglio, che sono le prime vere foglie delle piante. Queste foglie sono singole foglioline, ma vedrai che crescono molto più velocemente dei cotiledoni. Dobbiamo continuare ad annaffiare con stimolatore di radici tenendo conto di tutto ciò che abbiamo visto nei giorni precedenti
Ahora vemos las primeras hojas reales de las plantas
Ora vediamo le prime vere foglie delle piante.
  • Giorno 6: D’ora in poi le piante iniziano a prendere un buon ritmo di crescita, il primo paio di foglie si sviluppa molto rapidamente e il tronco continua ad ispessirsi mentre continua a crescere. Al momento siamo sempre gli stessi, stessi parametri ambientali e stessa dieta.
A partir de ahora las plantas empiezan a coger buen ritmo de crecimiento
Da questo momento in poi, le piante iniziano a crescere a un buon ritmo
  • Giorno 7: La prima settimana del raccolto è finita e devi sapere che la parte più noiosa è passata, quindi d’ora in poi inizia la parte buona. Nello stesso momento in cui il primo paio di foglie continua a crescere, vedrai che inizia ad apparire un nuovo germoglio, che sarà già foglie con 3 foglioline. Dobbiamo seguire i dati delle tabelle di coltivazione della marca di fertilizzanti che utilizziamo, tenendo presente che è meglio somministrare un po’ meno della dose consigliata
Empieza a aparecer un nuevo brote
Inizia a comparire un nuovo germoglio
  • Giorno 8: Ora che le piante iniziano a prendere dimensioni, è tempo di iniziare a trattarle con prodotti fitosanitari preventivi per evitare problemi futuri. La cosa più consigliabile è alternare i prodotti per somministrare l’insetticida e il successivo fungicida per una settimana, e continuare così fino a quando le cime iniziano a ingrassare. Questi prodotti si applicano a spruzzo, sempre al buio o con poca luce, e ce ne sono alcuni come l’olio di neem che sono anche sistemici, quindi possono essere applicati anche in irrigazione. In questo articolo sul nostro blog puoi vedere diverse ricette per fare gli insetticidi fatti in casa.
Es el momento de empezar a tratarlas con fitosanitarios preventivos
Ora è il momento di iniziare a trattarli con prodotti fitosanitari preventivi.
  • Giorno 9: Le piante crescono più velocemente, la superficie delle foglie aumenta così come il calibro del tronco. Nello stesso momento in cui crescono, generano anche nuovi germogli, e se guardi al centro della cima delle piante vedrai che appare un nuovo germoglio. Con le irrigazioni si continua lo stesso fino a bagnare tutta la superficie del substrato.
La superficie de las hojas cada vez es mayor al igual que el calibre del tronco
La superficie delle foglie diventa sempre più grande, così come le dimensioni del tronco.
  • Giorno 10: Nel caso di semina in vasi con capacità da 1 a 3 litri, sarà necessario trapiantarli in uno più grande. Per decidere quando trapiantare, puoi guardare il colore dei cotiledoni e delle prime foglie vere, poiché questa è solitamente l’area delle piante che mostra prima una mancanza di nutrienti. Se vedi che perdono il loro sano tono verde per uno più chiaro, è tempo di trapiantare. Per effettuare il trapianto senza problemi, ti consiglio di dare un’occhiata a questo post del blog dove spieghiamo in modo approfondito il modo migliore per trapiantare.
Si ves que pierden el tono verde sano por uno más claro, es el momento de trasplantar
Se vedete che stanno perdendo il loro colore verde sano per passare a una tonalità più chiara, è il momento di trapiantarle.
  • Giorno 11: Ora le piante hanno diversi nodi, cotiledoni, foglie di un foglio, poi 3 foglioline, e ora iniziano a spuntare quelle con 5 foglioline. Le foglie hanno sempre più superficie, quindi sono in grado di assorbire più luce e quindi il tasso di sviluppo è accelerato. La distanza tra i nodi dipende da diversi fattori, la genetica delle piante (nelle sativa più ampie), l’alimentazione (soprattutto l’azoto) e la quantità di luce che ricevono (meno luce, maggiore è la punta).
Ahora las plantas tienen varios nudos, cotiledones, hojas de un foliolo
Le piante hanno ora diversi nodi, cotiledoni, foglie con una sola fogliolina.
  • Giorno 12: Se si trapianta, nelle 2 irrigazioni successive è fortemente consigliato aggiungere uno stimolatore radicale, anche se non è contrassegnato come quello sulla tavola di coltivazione. Molte genetiche iniziano a ramificarsi in questi giorni, tra i 10 ei 15 giorni di vita delle piante, anche se questo dipende anche dalla loro genetica. Le piante devono essere osservate quotidianamente per verificarne lo stato di salute, in particolare le foglie, dove si riscontrano possibili carenze nutritive o attacchi di parassiti e funghi. In questo articolo hai molte informazioni extra sui problemi fungini nelle colture di cannabis.
Añadir estimulador de raíces
Le piante devono essere osservate ogni giorno per verificarne lo stato di salute.
  • Giorno 13: Ora che le piante possono iniziare a ramificarsi, è importante che abbiano abbastanza spazio laterale in modo che possano ricevere abbastanza luce in tutte le aree, altrimenti potrebbero crescere più verticalmente e sviluppare meno rami. Continuiamo ad osservare le piante quotidianamente, seguendo la tabella di coltivazione ma tenendo conto che le marche di fertilizzanti lo fanno come guida, quindi potrebbero esserci varietà che necessitano di più cibo, o il contrario.
Es importante que tengan suficiente espacio lateral
È importante che dispongano di uno spazio laterale sufficiente.
  • Giorno 14: Man mano che le piante crescono, è necessario sollevare anche il termoigrometro o la sua sonda, poiché deve essere sempre posizionato all’altezza delle parti più alte delle piante. Come regola generale, inizieremo a vedere spuntare il nuovo germoglio, che sarà delle foglie con 7 foglioline, ovvero la tipica foglia di marijuana. È una buona idea spruzzare acqua sulle foglie di tanto in tanto, senza ammollo e una volta spenta la luce.
Pulverizar con agua las hojas de vez en cuando
Spruzzare di tanto in tanto le foglie con acqua.
  • Giorno 15: È passata una settimana da quando abbiamo effettuato il primo trattamento preventivo con prodotti fitosanitari, quindi è tempo per il secondo. Se nella prima abbiamo dato l’insetticida, ora toccherà il fungicida, o viceversa, e tra 1 settimana faremo un’applicazione dello stesso prodotto che abbiamo dato il giorno 8. È molto probabile che alcune piante siano più sviluppate rispetto ad altri, non ci preoccuperemo, è del tutto normale e succede con tutte le varietà, e anche con altre piante e animali
Si en la primera dimos el insecticida, ahora tocará el fungicida
Se è stato usato il primo insetticida, ora è il momento del fungicida.
  • Giorno 16: I cambiamenti giornalieri sono sempre più evidenti, se tutto va bene adesso le piante si sviluppano a pieno regime, ed inizia la fase decisiva della fase di crescita vegetativa della marijuana. Continuiamo ad aumentare l’attenzione in base alla temperatura, tenendo conto che deve essere il più vicino possibile purché non superi i 25º C
La temperatura no debe superar los 25º C.
La temperatura non deve superare i 25 ºC.
  • Giorno 17: Se coltivi varietà sativa, devi iniziare a considerare di passare alla fioritura, perché queste piante possono moltiplicarsi in dimensioni durante la fioritura. Se coltivi principalmente ibridi sativa, puoi lasciarli qualche giorno in più nella fase vegetativa, ma la stragrande maggioranza delle genetiche commerciali ha bisogno di più crescita per ottenere una buona dimensione in fioritura. Continuiamo con l’osservazione quotidiana per correggere eventuali problemi il prima possibile. Se hanno iniziato a ramificarsi, da questo momento è possibile effettuare la potatura apicale per favorire la crescita laterale rispetto alla crescita verticale. Per ulteriori informazioni sulla farcitura, dai un’occhiata a questo articolo.
Se puede hacer poda apical para fomentar el crecimiento lateral por encima del vertical
La potatura apicale può essere effettuata per favorire la crescita laterale al di sopra di quella verticale.
  • Giorno 18: Adesso è un piacere visitare la fattoria ogni giorno perché le piante si sviluppano molto velocemente. Il tronco inizia ad essere legnoso, più duro e meno tenero rispetto ai giorni precedenti. La massa vegetale inizia già ad essere notevole, per questo le piante traspirano di più e possono aumentare l’umidità relativa dell’ambiente. Man mano che le piante crescono, aumentano anche le loro esigenze nutrizionali, ma l’ideale è seguire le raccomandazioni della tavola di coltivazion.
Las plantas transpiran más y pueden aumentar la humedad relativa del ambiente
Le piante traspirano di più e possono aumentare l’umidità relativa dell’ambiente.
  • Giorno 19: La ramificazione delle piante sta diventando più evidente, ed ora la crescita è distribuita tra sviluppo verticale e laterale, allargamento della superficie delle foglie, e ingrasso del tronco e dei fusti. Se hai fatto la potatura, è possibile che i rami stiano crescendo molto ora e, se non l’hai fatto, vedrai già apparire il germoglio successivo. Ricordatevi di rispettare il ciclo secco tra annaffiatura e annaffiatura, a volte possono passare 3 giorni o anche più senza bisogno di annaffiare, ma l’ideale è basarsi sul peso del vaso per decidere se annaffiare o meno.
Recuerda respetar el ciclo seco entre riego y riego, a veces pueden pasar 3 días o incluso más sin necesidad de riego
Ricordate di rispettare il ciclo di asciugatura tra un’annaffiatura e l’altra: a volte possono passare 3 giorni o anche più senza annaffiare.
  • Giorno 20: Le piante occupano già un grande spazio, e man mano che si allargano devono essere separate l’una dall’altra in modo che possano continuare a ricevere luce in tutta la loro struttura, soprattutto se hai effettuato la potatura, poiché questo aiuta la crescita dei rami . Continuiamo ad esaminare le piante, sia sulla superficie delle foglie che sul lato inferiore, per assicurarci che tutto proceda correttamente, e continuiamo a seguire la tabella di crescita per ottenere il miglior sviluppo.
Seguimos examinando a las plantas, tanto la superficie de las hojas como en el envés
Continuiamo a esaminare le piante, sia sulla superficie delle foglie che nella parte inferiore.
  • Giorno 21: Sono terminate 3 settimane di crescita e le piante sono già di notevoli dimensioni, ora sono più resistenti, e stiamo entrando nell’ultima fase della fase vegetativa, quindi dobbiamo prestare particolare attenzione affinché non manchino niente alle piante. Se hai superato, le piante dovrebbero già essere quasi più larghe di quanto siano alte, anche se questo dipende anche dalla loro genetica. In caso contrario, le nuove foglie potrebbero avere 9 foglioline, ma ci sono molte varietà che producono foglie con un massimo di 7 foglioline.
Hay que poner especial atención para que no les falte de nada a las plantas
Occorre prestare particolare attenzione affinché alle piante non manchi nulla.
  • Giorno 22: Giorno di applicazione dei prodotti fitosanitari preventivi, vi ricordo che bisogna alternare settimanalmente l’insetticida e il fungicida, quindi nel caso di aver somministrato il fungicida il giorno 15, oggi sarà l’insetticida, e viceversa. È necessario continuare a osservare lo stato di salute delle piante, in particolare le foglie inferiori che segnano le carenze di nutrienti mobili, e il germoglio principale che è dove compaiono le carenze di nutrienti immobili.
Día de aplicación de fitosanitarios preventivos
Giorno di applicazione delle misure fitosanitarie preventive
  • Giorno 23: Come regola generale, da questo giorno entriamo nell’ultima settimana della fase di crescita vegetativa. Le genetiche più veloci possono iniziare a produrre i primi prefiori, che nelle femmine sono una specie di pelo bianco, e nei maschi sono come palline, ma non preoccuparti, se non sono autofiorenti continueranno a crescere finché in quanto hanno un fotoperiodo di 18 ore di luce e 6 di oscurità ogni giorno.
Pueden empezar a sacar las primeras pre-flores, que en las hembras son una especie de pelos blancos
Possono iniziare a comparire i primi pre-fiori, che nelle femmine sono una sorta di peli bianchi.
  • Giorno 24: È importante porre particolare enfasi sull’osservazione delle piante in quest’ultima parte della fase di crescita vegetativa della cannabis, perché se siamo così sfortunati da soffrire di una carenza o di qualsiasi altro problema nutrizionale, è necessario risolverlo prima di cambiarlo il fotoperiodo di fioritura. Se siamo severi con i prodotti fitosanitari, è molto probabile che non avremo problemi con parassiti o funghi, ma anche così, dobbiamo monitorare quotidianamente, soprattutto se visitiamo altri giardini prima di entrare nel nostro raccolto.
Si tenemos una carencia o cualquier otro problema nutricional, hay que solucionarlo antes de cambiar el fotoperiodo a floración
Se c’è una carenza nutrizionale o qualsiasi altro problema nutrizionale, deve essere risolto prima di cambiare il fotoperiodo di fioritura.
  • Giorno 25: Prendi in considerazione la genetica delle piante per decidere quando passare alla fioritura, sapendo che le sativa crescono molto di più durante la fioritura rispetto alle indica, ma la maggior parte delle varietà commerciali oggi sono poliibride, quindi devi considerare il rapporto tra indica e sativa. Se hai cimato e vuoi che le piante continuino a crescere più larghe di quanto non siano alte, puoi eseguire una seconda potatura fino alle punte più alte, soprattutto se hai in mente di applicare il metodo di ottimizzazione noto come SCROG.
Puedes hacer una segunda poda a las puntas más altas
È possibile effettuare una seconda potatura fino alle punte più alte
  • Giorno 26: Nel caso in cui dovessero trapiantare in un vaso di maggiore capacità, il momento è adesso, perché l’ideale è che abbiano diversi giorni di adattamento prima di cambiare il fotoperiodo. L’umidità non deve più essere molto alta, idealmente tra il 50% e il 55% circa, e le piante stesse generano un po’ di umidità, quindi l’umidificatore potrebbe non essere più necessario attivare. Per il resto continuiamo lo stesso, ma se possibile prestando più attenzione perché siamo nel tratto finale della fase vegetativa.
La humedad ya no es necesario que sea muy alta, lo ideal es mantenerla en torno al 50% o 55% aprox
L’umidità non deve essere molto alta, l’ideale è mantenerla intorno al 50% o 55% circa.
  • Giorno 27: Continuiamo ad aumentare la messa a fuoco man mano che le piante crescono, osservando lo stato generale di salute, e se le foglie mostrano un verde sano, continuiamo ad applicare le dosi consigliate dal produttore nelle tabelle di coltivazione. Le piante sono già abbastanza grandi, quindi hanno maggiori esigenze idriche e nutrizionali e se non abbiamo fatto trapianti, sicuramente ora dobbiamo annaffiare più spesso.
Seguir observando el estado de salud general
Continuare a osservare lo stato di salute generale
  • Giorno 28: È la quarta settimana di crescita vegetativa per le piante di marijuana, quindi presumo che coltiverete varietà indica o per lo più ibridi indica, altrimenti potrebbero diventare troppo grandi durante la fioritura. Se non ci sono problemi nutrizionali o parassiti, continuiamo a fare tutto lo stesso, controllando i parametri ambientali e lo stato di salute delle piante.
Comprobando los parámetros ambientales y el estado de salud de las plantas
Controllo dei parametri ambientali e dello stato di salute delle piante
  • Giorno 29: Questo giorno segna una settimana dall’ultima applicazione di prodotti fitosanitari, quindi immagino che tu sappia già che oggi è la prossima. Non c’è bisogno che ti dica che devi continuare ad alternarli, quindi se l’ultima volta hai usato il fungicida, oggi è il turno dell’insetticida. Per il resto continuiamo lo stesso, alzando la messa a fuoco in base alla temperatura, e se le foglie mostrano un verde sano proseguiamo con la tavola di coltivazione.
En este día se cumple una semana desde la última aplicación de fitosanitarios
Questo giorno corrisponde a una settimana dall’ultima applicazione di pesticidi.
  • Giorno 30: Potresti voler dare alle tue piante di marijuana più giorni di crescita vegetativa, ma è normale non dare più di 30 giorni, quindi oggi sarebbe l’ultima di questa fase. Prima di cambiare il fotoperiodo e forzare la fioritura delle piante, bisogna essere sicuri che stiano bene e non abbiano problemi di salute, poiché in questo caso è meglio che si risolvano durante la crescita. Se tutto va bene, il fotoperiodo può essere modificato in 12 ore di luce e 12 ore di buio ogni giorno.
Se puede cambiar el fotoperiodo a 12 horas de luz y 12 de oscuridad cada día
È possibile modificare il fotoperiodo in 12 ore di luce e 12 ore di buio al giorno.

 

 

🚀 Coltivare marijuana all’aperto

 

Coltivare all’aperto è molto più facile perché la natura stessa ha il compito di fornire tutto ciò di cui le piante di cannabis hanno bisogno per crescere senza problemi. La marijuana è una pianta annuale, che generalmente nasce in primavera e muore in autunno, anche se esistono varietà che maturano più tardi.

Quando germini i semi all’aperto all’inizio della primavera, lo spettro della luce solare è perfetto per la crescita della marijuana, la temperatura è ideale e piove più spesso rispetto ad altre parti dell’anno, quindi le piante si sviluppano completamente e necessitano di meno assistenza rispetto alla semina in un altro epoca.

 

 

➕ Crescita di marijuana autofiorente

 

In generale, le varietà autofiorenti si sviluppano in modo molto simile alle varietà dipendenti dal fotoperiodo, quindi i parametri ambientali possono essere esattamente gli stessi. Bisogna però tener conto della particolarità di queste piante, dato che iniziano a fiorire spontaneamente dopo 3 o 4 settimane di vita, quindi bisogna cercare di renderle il più grandi possibile prima di raggiungere quel momento.

Nella coltivazione indoor è meglio impostare un fotoperiodo fisso di 20 ore di luce e 4 ore di buio, ma non solo nella fase di crescita vegetativa, ma anche per la fioritura perché così producono di più. Nella coltivazione all’aperto la stagione migliore per la coltivazione è la primavera e l’estate, in coincidenza con il maggior numero di ore di sole e di incidenza della luce. Un altro fattore importante con queste piante è il trapianto, perché avendo un ciclo vegetativo così breve, dobbiamo cercare di assicurarci che non abbiano problemi in questo momento, quindi si consiglia di piantare i semi nel vaso finale se si non sono sicuro di fare il trapianto senza problemi.

 

 

✨ Conclusione

 

Oggi abbiamo assistito alle esigenze della cannabis durante la fase di crescita vegetativa, oltre al monitoraggio quotidiano di questa importante fase della vita vegetale. Ricorda che tutti questi dati sono indicativi, quindi devono essere adattati al tasso di sviluppo della varietà che stiamo coltivando, sapendo che potrebbero esserci genetiche più veloci e altre molto più lente. Se vuoi maggiori informazioni, ti consiglio di dare un’occhiata ad altre guide di coltivazione su questo blog, e se ti è piaciuto questo articolo, ti sarei grato se lo condividessi sui tuoi social network in modo che raggiunga più persone.

 

 

☕ Domande frequenti

 

 

Quanto dura la fase di crescita di una pianta di marijuana?

Dipende dalla genetica delle piante che coltivi, perché le sativa impiegano più tempo per iniziare a fiorire e continuano a crescere molto durante la fioritura, e questo è qualcosa di cui tenere conto. Come regola generale si può dire che in media è tra le 3 e le 5 settimane, ma le varietà fotodipendenti continueranno la crescita vegetativa purché abbiano un fotoperiodo di 18 ore di luce e 6 ore di buio al giorno

 

Quanto tempo impiega una pianta per mostrare il sesso?

Questo dipende anche dalla genetica di ogni pianta, perché mostrano il sesso quando raggiungono la maturità sessuale. L’autofiorente mostrerà pre-fiori tra 18 e 28 giorni di vita come regola generale, indica pura tra la quarta e la quinta settimana di vita e sativa pura dopo 4 settimane o più se hanno un fotoperiodo 12/12. Ciò è dovuto agli antenati di ogni ceppo, poiché le ruderalis provengono da una latitudine con un’estate molto breve e per questo motivo iniziano a fiorire prima, le indica hanno un’estate un po’ più lunga e iniziano a fiorire un po’ più tardi, e le le sativa provengono soprattutto dalle latitudini più meridionali, tropicali ed equatoriali, dove godono di un’estate molto più lunga, quindi impiegano più tempo per iniziare a fiorire

 

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 0 Media: 0]
Ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui social network!
Fran Quesada Moya
Fran Quesada Moya
Redattore di Pevgrow, attivista e cannabis-freak in tutti i suoi campi, in particolare per quanto riguarda la selezione e lo sviluppo di nuove varietà.
Vedi altri post
Partecipa alla discussione

Lascia un commento

Skip to content