Come fare un brownie alla marijuana in soli 5 minuti

Tempo di lettura 7 minuti
Brownie de chocolate elaborado con cannabis
Brownie de chocolate elaborado con cannabis

 

È uno dei dolci più classici da realizzare con la cannabis, ed è proprio per questo che non passa mai di moda. Oggi, vi diamo una semplice ricetta per il brownie alla marijuana, molto facile da fare e risponderemo ad alcune delle domande più frequenti a riguardo.

Ti confesso una cosa: se vedo un brownie al cioccolato mi viene subito l’acquolina in bocca, non posso farci niente !? E’ uno di quei dolci che va bene in ogni momento della giornata e che, ovviamente se ben fatto, piace allo stesso modo sia ai bambini già cresciuti, che ai golosi che a chi si commuove al gusto prelibato del cacao; in più, naturalmente, il brownie è uno dei dolci preferiti dagli amanti della marijuana, per la sua semplicità nell’abbinamento del dolce al cioccolato insieme alla nostra medicina universale.

Non sorprende quindi, che questo dolce di origine americana sia uno dei classici tra le ricette a base di marijuana. Per questo, oggi vogliamo darvi una delle centinaia di versioni esistenti.

A proposito, sapevate che il brownie è nato per caso nel 1987 perché il cuoco si è dimenticato di aggiungere il lievito mentre lo preparava? Benedetta dimenticanzas!

Consigliamo di decarbossilare la cannabis prima della cottura, poiché sebbene durante il processo di preparazione della ricetta la marijuana possa decarbossilarsi, se lo facciamo prima ci assicuriamo che la decarbossilazione sia eseguita correttamente. Se vuoi sapere come si fa, clicca su questo link Come decarbossilare la marijuana?

 

 

⭐ Suggerimenti per cucinare con la marijuana

 

Brownie marihuana

Bene, ti ho detto che sto per darti la ricetta del Brownie alla marijuana, promesso, lo farò a breve, ma prima, se ti va, penso che valga la pena ricordare alcuni concetti o aspetti da tenere in considerazione non solo per questa ricetta, ma per ogni volta che cucinerai con la marijuana.

Forse lo sai già, o forse è la prima volta che metti “le mani in pasta”.In ogni caso, sono certo che non fa mai male rileggere i seguenti suggerimenti per cucinare con la marijuana:

 

Sii meticoloso con la quantità di piante: non c’è mai una dose media raccomandata per persona, e la verità è che nessuno di noi reagisce allo stesso modo quando consuma cannabis. Sai già che l’effetto tra fumarla o mangiarla è molto diverso, principalmente perché il primo è molto più veloce e meno durevole del secondo.

Quindi, se è la prima volta che la cucini e la consumi, o qualcuno condivide questo dolce con te per la prima volta, è meglio procedere a poco a poco, sia nella sua preparazione che al momento di mangiarlo, aspettando e vedendo l’effetto che ha su di noi. Di solito, ci vuole circa un’ora perchè inizi a manifestarsi, quindi se hai pensato di fumarti una canna nel mentre… beh grosso errore!

Si consiglia di iniziare con mezzo grammo di marijuana (20% di THC) per ogni 20 g di Brownie se è in cime e 2 grammi se si utilizzano i resti della manicura, ma non oltre.

 

Ciò produce una dose di circa 5 mg di THC per ogni 20 g di Brownie.

 

Un’altra cosa: se avete intenzione di accompagnare questa ricetta di marijuana ad un’altra che ne contiene, lasciate passare una o due ore tra l’assunzione dell’una e dell’altra.

– Come usare la marijuana: se ciò che vuoi è, oltre a mangiare un delizioso brownie, goderti l’effetto della cannabis, devi tenere presente che affinché il THC abbia effetto, ogni volta che lo mischi con il cibo dovrai mescolarlo e riscaldarlo con un pò di grasso; il più tipico è solitamente il burro, che sarà il grasso che utilizzeremo per realizzare questa ricetta.

In precedenza, dovrai polverizzare in un grinder cime e foglie di marijuana, raccogliere la resina attaccata con un pò di olio extravergine di oliva e poi mescolare il tutto con il burro e il cioccolato..

 

Puoi usare un grinder per macinare la tua marijuana
Puoi usare un grinder per macinare la tua marijuana

 

Controlla la temperatura: la temperatura ideale per cuocere la cannabis al forno è sempre la più bassa possibile. È meglio cuocere più lentamente, ma facendo in modo che la cannabis non perda gran parte dei suoi cannabinoidi e terpeni solo per la fretta. Cuoceremo il Brownie a 120ºC per almeno un’ora, fino a quando l’impasto non sarà compatto, in forno.

Forno a microonde? Non usare mai il microonde, evitiamo vaporizzazioni terpeniche incontrollate che diminuiscono la qualità del nostro prodotto finale.

-Niente alcol: va bene, so che non suona benissimo, ma se la marijuana fumata e l’alcol già non sono buonissimi compagni di viaggio, lo sono meno ancor meno quando la mangi. Quindi, se puoi evitarlo, tanto meglio. E se tu o qualcuno dei tuoi ospiti ne ha davvero voglia, bevi un bicchiere di vino e datti una botta di vita.

-Pazienza: perché come ti ho già detto prima, l’effetto impiega molto più tempo ad arrivare, ma quando arriva rimane a lungo, quindi sii paziente, in modo che salga e te la goda finché non passa.

 

 

⛳ Ricetta del brownie alla marijuana, passo dopo passo

 

E ora, eccoci alla ricetta facile del brownie al cioccolato, passo dopo passo e in 5 minuti. Cioè il tempo che ci vorrà per prepararlo, poi, ovviamente, dovrai aspettare che cuocia in forno, ma intanto … puoi fare mille cose nel frattempo, come preparare il soggiorno o la tavola dove tu e i tuoi amici lo mangerete. Non te ne accorgerai nemmeno!

 

Di quali ingredienti hai bisogno per preparare il brownie alla marijuana?

 

Ecco gli ingredienti per un brownie pensato per 8 persone:

 

  • 100 grammi di burro
  • 4 uova
  • 1 tazza di zucchero
  • Mezza tazza di farina
  • 200 grammi di cioccolato da sciogliere, se possibile, quello speciale per dolci
  • 4 grammi di marijuana (0,5 g a persona)

 

Ingredienti per il nostro brownie alla marijuana
Ingredienti per il nostro brownie alla marijuana

 

Ora che hai tutto, i passi da fare sono i seguenti:

 

1-Per prima cosa mettiamo il forno a preriscaldare a 120ºC (non ci costerà nulla fare l’impasto, quindi l’ideale è che sia già tutto pronto per mettere il nostro composto appena finiamo di prepararlo).

 

Mettiamo il forno a preriscaldare a 120ºC
Mettiamo il forno a preriscaldare a 120ºC

 

2-Successivamente, scalderemo una padella, alla quale aggiungeremo il burro e il cioccolato, che mescoleremo insieme a poco a poco.

 

Scaldiamo una padella
Scaldiamo una padella

 

3-Mentre procedete, in una ciotola aggiungere le uova, lo zucchero, la farina e sbattere il tutto. Puoi farlo con una forchetta o, sinceramente, la soluzione più semplice (anche se non, gastronomicamente parlando, la più professionale) è usare il frullatore, così in mezzo secondo il tutto si impasta senza sgradevoli grumi.

 

Aggiungere le uova, lo zucchero, la farina
Aggiungere le uova, lo zucchero, la farina

 

4-Infine aggiungete il cioccolato e la marijuana che dovrà essere ben triturata, quindi metti in forno. Per quanto? Dipende dalla pazienza. A 120 gradi, in 60 minuti è pronta. Per scoprirlo non vi resta che aprire il forno quando è trascorso il tempo, bucherellando il brownie con la punta del coltello: se esce pulito la torta è pronta.

 

Aggiungi il cioccolato e la marijuana
Aggiungi il cioccolato e la marijuana

 

120 gradi, in 60 minuti è pronta
120 gradi, in 60 minuti è pronta

 

E se il brownie odora di marijuana durante la cottura? La verità è che sì, ha un bel profumo. Forse non tanto quanto quando la fumi, ma sì.

Quando lo tirate fuori, a meno che non siate di fretta o vogliate mangiarlo subito, l’ideale è aspettare che si raffreddi un pò in modo che non faccia l’effetto bomba sullo stomaco, ma se proprio volete potete anche accompagnarlo con una pallina di gelato, che darà il giusto contrasto di cui ha bisogno il tuo stomaco.

E …ora non ti resta che goderti il ​​viaggio! Ah! Ho dimenticato! Se vuoi fare una bella presentazione aggiungi delle mandorle a cubetti o un pò di zucchero a velo. A tuo piacimento! C’è anche chi aggiunge ancora più cioccolato, a scaglie o sciolto, oppure della frutta fresca (le fragole, ad esempio, sono un ottimo abbinamento), oltre a un pò di panna. Come vedi hai molte opzioni.

 

 

Puoi accompagnare il brownie con le fragola, oltre a un pò di panna
Puoi accompagnare il brownie con le fragola, oltre a un pò di panna

 

Come dicevo, questa è solo una delle centinaia di versioni esistenti di questa ricetta. C’è poi un altro modo molto più semplice per realizzarli, anche se, per i miei gusti, meno casalingo: ovvero utilizzare il contenuto dei brownies Maravilla e poi aggiungere la quantità di cannabis che si vuole, ma … visto che si prepara così facilmente…vai avanti e fallo da solo! È il modo più semplice per controllare la riuscita di questo dolce dall’inizio alla fine ed evitare sorprese.

 

 

✨ Effetti del brownie alla marijuana

 

In questo caso, proprio come quando fumi una canna, tutto dipende dal tuo stato fisico e psicologico, dal tuo peso corporeo, se bevi liquidi e anche, ovviamente, dalla quantità ingerita.

Ovviamente, lo sconsigliamo se stai assumendo trattamenti farmacologici quali rifampicina, carbamazepina, fenobarbital, fenitoina ed erba di San Giovanni.

 

Inoltre, sconsigliamo il consumo di alcol insieme ai preparati a base di cannabis.

 

Ecco perché si consiglia di non assumere più di una porzione o, almeno, di non farlo prima che siano trascorse un’ora o due e si sia verificato l’effetto individuale. Infatti, se è la prima volta che lo mangi, provane solo un pezzetto. Una volta trascorso un pò di tempo, decidi se vuoi o meno finire la porzione. Ma ricorda che lo sballo impiega sempre più tempo ad arrivare rispetto a quando fumi, ma dura anche molto più a lungo.

Una volta precisato tutto questo, l’effetto ha molto a che fare con la varietà e la qualità della cannabis che hai utilizzato.

Ad esempio, se prepari il brownie con una varietà indica o ibrida, con alto contenuto di CBD e di terpeni del tipo cariofilene, gli effetti saranno più narcotici o rilassanti.

Al contrario, se usi marijuana sativa con un basso contenuto di THC e una composizione monoterpenica alta, è normale che tu ti senta più attivo o più allegro.

 

 

 

👌 Conclusioni

 

Allora che mi dici? Hai il coraggio di farla anche tu? La verità è che il brownie alla marijuana è una di quelle ricette con cui si colpisce sempre nel segno. Ovviamente attenzione a non renderlo disponibile alla portata dei bambini! Certamente vuoi evitarti un grande spavento.

Per il resto hai già visto che è facilissimo da preparare, che gli ingredienti sono molto basilari (tanto che non devi nemmeno andare al supermercato a fare la spesa, perché hai già tutto a casa, cosa che ti libera da un impegno aggiuntivo), che non devi essere un cuoco e che gli effetti sono gli stessi di se fumassi cannabis, solo che impiegano più tempo a salire e durano di più.

Vi lascio un video per aiutarvi a realizzare ​​questa squisita ricetta:

Se ti è piaciuto questo articolo, mi piacerebbe molto se lasciassi un commento o ci raccontassi cose che ti sono successe mentre facevi questa ricetta. O anche se hai altri trucchi per migliorarlo.

Ah! E se condividi tutto sui social … te ne sarò ancora più grato! Ci vediamo al prossimo post e buon divertimento!

 

Por Noelia Jiménez, Equipo de PevGrow

[Voti: 0   Media: 0/5]
Noelia Jiménez
Noelia Jiménez
Adoro cucinare e scrivere di marijuana. Un giorno ho iniziato a fare il burro di marijuana e da allora non ho più smesso di creare le ricette più svariate che si possano immaginare.
See more posts

Lascia un commento